3.5 C
Sassano
venerdì, 27 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Auletta. Quattro migranti espulsi dal centro di accoglienza.

    {vimeo}294317460{/vimeo}

    Il Centro di Accoglienza Migranti di Auletta ancora una volta protagonista di fatti di cronaca. Nei giorni scorsi quattro giovani ospiti, due senegalesi e due gambiani, sono stati espulsi dal centro per violenza privata. A denunciarli un resposanbile del centro. Tutto sarebbe scaturito dalla richiesta dei giovani di avere acqua potabile, medicinali e beni di prima necessità. Ne nasce una discussione tra i giovani e il mediatore che denuncia i giovani per violenza privata: i ragazzi gli avrebbero vietato uscire dal centro.

    I giovani, dal canto loro, avevano inviato una lettera al prefetto di Salerno con tanto di documentazione video-fotografica a testimoniare le loro condizioni. La prefettura di risposta, espelle i giovani che, in piena notte, non hanno un posto dove dormire. Qui entrano in scena alcuni cittadini del posto che offrono loro una sistemazione provvisoria.

    Intanto, in attesa che i quattro vengano trasferiti presso una nuova struttura di accoglienza, viene attivato un avvocato per presentare controricorso e smentire le accuse del mediatore.

    La stranezza è la celerità con cui è arrivato il provvedimento di esplusione dal centro con i giovani che in questo momento sono liberi sul territorio senza “assistenza” se non quella offerta dai cittaidini del posto. 

    La vicenda dei quattro giovani se da un lato testimonia che vi è parte della popolazione aulettese che ha intrinseco lo spirito di accoglienza dall’altro lato accende nuovamente i fari sul centro già accusato in passato di far vivere gli ospiti in condizioni igienico-sanitarie non idonee e non perseguire alcuna attività di integrazione ma, come scritto dai quattro ospiti nella missiva, farli sentire “abbandonati come gli altri 30 migranti, uomini e donne ospiti del centro”.

    Giuseppe OPROMOLLA

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli