3.5 C
Sassano
venerdì, 27 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Canile comprensoriale, partite le attività ma problemi invariati: aggressione a cani padronali

    Il Canile Comprensoriale di cui si è occupata la Comunità Montana Vallo di Diano è stato finalemnte aperto con la prima convenzione stipulata tra il comune di Sala Consilina con il Sindaco Francesco Cavallone che è anche presidente della Comunità Montana Vallo di Diano e la ditta a cui è stato affidato il servizio di gestione del Canile.

    Un servizio che, però, ad oggi sembrerebbe incompleto dato che, l’attività primaria e su cui si sperava per la risoluzione dei principali problemi e i pericoli che la comunità valdianese ha da sempre lamentato, ossia l’accalappiamento, non è ancora stata definita. Non arrivano notizie in tal senso dall’ente montano. Intanto, nei giorni scorsi, proprio a Sala Consilina, si è registrato un ennesimo grave fatto che ha messo in pericolo la vita di un cane padronale ed anche delle persone. Venerdì scorso, in loc. San Giovanni a Sala Consilina, un branco di cani randagi ha violentemente aggredito ed azzannato un cane padronale provocandogli ferite profonde sull’addome ed al collo.

    Il povero cane è stato immediatamente soccorso e trasportato presso la clinica veterinaria di Doris Salluzzi che è dovuta intervenire saturandogli le ferite. Circa 20 punti di sutura per la vittima dell’aggressione restando per diversi giorni ricoverato presso la clinica sotto osservazione. Fortunatamente sembra che, il povero cane rimasto suo malgrado vittima del randagismo, si sia ripreso. Fin tanto che non sarà definita la questione dell’accalappiamento, però, il problema randagismo ed i pericoli ad esso connessi, resta. Nei protocolli sottoposti ai comuni valdianesi per usufruire dei servizi del canile comprensoriale, infatti, non viene fatta menzione né delle attività di accalappiamento, né della sterilizzazione.

    Si tratta infatti di attività che sembra siano di competenza del servizio veterinario dell’ASL di Salerno. Al momento, però, non risultano esserci notizie legate ad accordi o intese tra Comunità Montana ed ASL per l’erogazione del servizio presso il Canile Comprensoriale, dove sono già stati predisposti gli spazi riservati ai veterinari. Dal presidente erano giunte rassicurazioni in merito alla prossima definizione dell’accordo. Al momento però non sono arrivate notizie.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli