3.1 C
Sassano
martedì, 31 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Carabinieri Sala C. Arrestato 27enne per furto, due fermati per minacce e violenze

    {vimeo}286508153{/vimeo}

    Arrestato dai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina il responsabile del furto di una catenina d’oro, lo scorso giugno ai danni di una 69enne di Polla che, fermata con violenza dal giovane si è vista strappare la catenina. Il ragazzo, insieme a due complici si è dato alla fuga a bordo di una Lancia Y. I carabinieri della stazione di Polla unitamente ai militari del nucleo operativo della Compagnia di Sala Consilina guidati dal tenente Gaetano Ragano a seguito indagini hanno individuato il responsabile.

    Un giovane di 27 anni di origini rumene residente a San Valentino Torio dove è stato arrestato questa mattina dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina diretti dal Capitano Davide Acquaviva in esecuzione di misura cautelare emessa dal tribunale di Lagonegro su richiesta della locale Procura, per il reato di rapina aggravata, come da risultanza dell’attività investigativa condotte avvalendosi anche delle immagini di videosorveglianza di privati che, insieme ad ulteriori ed approfonditi accertamenti, hanno permesso di ricostruire le dinamiche e individuare il responsabile della rapina è stato sottoposto al regime di arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

    Gli uomini del capitano Acquaviva, inoltre, nelle ultime ore hanno tratto in arresto altre due persone, un 46enne di San Pietro al Tanagro pregiudicato per violenze fisiche e verbali ed un 51enne di Pertosa per minaccia e stalking. Gli episodi incriminati si sono verificati il primo a San Pietro al Tanagro dove i militari della stazione di Polla, a seguito attente indagini, hanno accertato che l’uomo, violando una misura cautelare a cui era stato sottoposto, si era reso responsabile di minacce e violenze ai danni della convivente. Da qui l’inasprimento della misura cautelare con l’allontanamento e il divieto di dimora nel comune di San Pietro al Tanagro.

    L’uomo di Pertosa è invece stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Auletta su disposizione del Tribunale di Alessandria. L’uomo si è reso responsabile di minacce di morte ed insulti, attraverso post offensivi su Facebook e messaggi di testo e vocali inoltrati via WhatsApp rivolti all’ex moglie, ingenerando nella malcapitata un perdurante stato di ansia e timore per la propria incolumità. Il 51enne si trova ora in regime di arresti domiciliari.

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli