2.1 C
Sassano
lunedì, 30 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Gioco d’azzardo, la GdF di Sala C. sequestra 2 slot machine in un locale a Teggiano

    {vimeo}267002717{/vimeo}

    La Guardia di Finanza di Sala Consilina guidata dal Luogotenente Giuseppe Iannarelli, continua nella sua azione di contrasto delle irregolarità sul gioco d’azzardo. In questa attività le fiamme gialle di Sala Consilina stanno proseguendo nei controlli sulle sale da gioco e negli esercizi commerciali che detengono videopocker e slot machine per individuare eventuali apparecchi non regolarmente detenuti e denunciati. L’ultimo caso che ha visto in azione gli uomini del Comandante Iannarelli, coadiuvati dal personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, si è registrato a Teggiano dove le fiamme gialle, nell’ambito dei controlli specifici finalizzati ad accertare la regolarità delle operazioni di gestione delle macchine da gioco, hanno individuato, in un bar, due apparecchi da intrattenimento che non risultavano collegati alla rete nazionale. Le due slot machine sono state sottoposte a sequestro amministrativo e lasciati in custodia del gestore del bar a cui è stata comminata una pena pecuniaria. In tali casi, infatti, la legge prevede sanzioni amministrative che ammontano a 46 mila euro. Intanto i controlli della Guardia di Finanza di Sala Consilina si intensificano a tutela dei consumatori. L’obbligo del collegamento alla rete nazionale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato, che dal 2012 ha incorporato l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato ente che gestiva il comparto del gioco pubblico, è imposto anche al fine di effettuare i controlli sugli apparecchi in maniera tale da evitare eventuali manomissioni dei sistemi. Attraverso i controlli che l’agenzia svolge periodicamente e con l’ausilio delle forze dell’ordine, si cerca di verificare la regolarità della detenzione delle apparecchiatura anche al fine di assicurare un ambiente di gioco che sia legale e responsabile che, attraverso l’uso della tecnologia, può essere facilmetne controllato. In questa direzione vanno i controlli che gli uomini del Luogotenente Giuseppe Iannarelli stanno portando avanti su tutto il territorio del Vallo di Diano al fine proprio di garantire la regolarità nell’utilizzo delle macchine mangiasoldi a tutela del consumatore e nel rispetto delle linee guida varate nella gestione del gioco pubblico.

     

    Anna Maria Cava

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli