6.3 C
Sassano
sabato, 28 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Pertosa. Furto sacrilego nella chiesa di Santa Maria delle Grazie

    {vimeo}238049928{/vimeo}

    Un’altra comunità è stata sconvolta da un furto sacrilego, quella di Pertosa alla quale nei giorni scorsi è stato sottratto l’oro votivo di San Benedetto che si trovava nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie. A fare la triste scoperta il parroco, Don Pasquale Lisa. I ladri hanno portato via da un armadietto l’oro, del valore di circa 1000euro, che i fedeli avevano donato ex voto a San Benedetto, e soldi, poco più di 100euro e qualche dollaro. Insieme all’oro e ai soldi sono stati trafugati due reliquiari e due vasi per gli oli sacri. Quest’ultima parte di refurtiva è stata già recuperata. I ladri infatti l’avevano abbandonata presso la Cappella di Sant’Antonio. A trovarla un fedele che l’ha prontamente consegnata ai Carabinieri. I ladri sembrano essere entrati in chiesa con l’obiettivo di recuperare solo oro e soldi, andando a colpo sicuro ad aprire l’armadietto dove probabilmente sapevano che erano custoditi. Non hanno toccato altri oggetti sull’altare né hanno tentato di aprire la cassaforte in cui era contenuto l’oro di San Vittorio. Secondo indiscrezioni insieme alla refurtiva i ladri hanno portato via una penna del valore di 5euro e due contenitori di biscotti, a dimostrare che forse si tratta di gente disperata. Tanta l’amarezza raccontata dal parroco, don Pasquale, che è amato e stimato da tutta la comunità soprattutto per le sue opere di carità. “Tanta la mia delusione – dichiara – ogni mese in parrocchia organizziamo una raccolta fondi a favore dei meno abbienti. Chiunque sia stato, se in difficoltà, avrebbe potuto bussare alla mia porta per chiedermi aiuto e l’avrebbe di sicuro trovata aperta. Altrettanto sicuramente ci avrebbe guadagnato di più rispetto a quanto rimediato con il furto”. Sulla vicenda stanno ora indagando i Carabinieri. 

    Rosa Romano

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli