1.8 C
Sassano
martedì, 7 Febbraio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Provincia Salerno, Alfieri incontra i sindaci. Dal Vallo di Diano stoccata ai sindaci cilentani su AV

    Creare un coordinamento delle aree interne salernitane al fine di individuare le reali necessità dei territori ed evitare che, le azioni previste nella SNAI, vengano calate dall’alto e quindi poco confacenti alle reali necessità dei territori. È questo uno dei punti emersi nell’ambito dell’incontro svoltosi ieri in Provincia di Salerno e fortemente voluto dal Presidente Franco Alfieri alla presenza dei sindaci dei comuni che rientrano nelle zone individuate come Aree Interne.

    “È importante – ha dichiarato il presidente della Provincia –  attivare politiche innovative di sviluppo e coesione territoriale mirate a contrastare la marginalizzazione e i fenomeni di declino demografico. Abbiamo avviato un percorso nuovo per riunire i territori perché è nostro dovere fare presto, fare bene e compattarci per realizzare una politica forte di riequilibrio demografico, mantenendo i servizi, recuperando i centri storici, tutelando i territori dal dissesto idrogeologico”.Un incontro che ha anche consentito di far emergere alcune contrapposizioni tra i territori con i referenti del Vallo di Diano, presenti alla riunione, che hanno in particolare messo in evidenza lo sconveniente comportamento dei sindaci cilentani nei confronti del Vallo di Diano ed emerso in particolare sulla vicenda legata al tracciato dell’Alta Velocità. Alla riunione con il presidente della Provincia di Salerno, ieri erano presenti per il Vallo di Diano, i sindaci di Sala Consilina Francesco Cavallone, che ha partecipato  anche in veste di presidente della Comunità Montana Vallo di Diano,  di Polla, Massimo Loviso e di Montesano Giuseppe Rinaldi, il presidente del Consiglio Comunale di San Pietro al Tanagro e assessore della Comunità Montana Vallo di Diano Antonio Pagliarulo, il vice sindaco di Casalbuono Attilio Romano, il vice sindaco di Sant’Arsenio Andrea Vricella.

    È stato proprio il sindaco di Sala C. Cavallone a voler fare chiarezza sulla situazione di contrapposizione che si è venuta a creare tra il Cilento e il Vallo di Diano, approfittando della presenza alla riunione di diversi sindaci ed esponenti politici cilentani che, in più occasioni, hanno manifestato contrarietà all’arrivo nel Vallo di Diano dell’Alta Velocità. Il presidente della Comunità Montana ha rimarcato in maniera forte come non sia accettabile che, la Provincia di Salerno, venga divisa in territori di serie A e territori di serie B con il Vallo di Diano visto come territorio di serie b. Un discorso a cui nessun sindaco cilentano ha risposto mentre il presidente della Provincia Alfieri ha voluto sottolineare il suo pieno appoggio alla scelta del tracciato ed al passaggio della tratta nel territorio del Vallo di Diano, rimarcando nel contempo come, tale progetto, non debba precludere un potenziamento della linea tirrenica.

    Nella stessa giornata il presidente ha incontrato anche i referenti dei GAL presenti sul territorio salernitano avviando con i referenti lo stesso discorso di cooperazione e concertazione a tutela delle comunità che vivono i territori e per favorirne lo sviluppo.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli