3.5 C
Sassano
venerdì, 27 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sala C., omicidio Violeta Senchiu: reazioni e commenti

    {vimeo}298984787{/vimeo}

    Angoscia e sgomento nel Vallo di Diano per quanto accaduto a Violeta Senchiu. L’ennesimo caso di femminicidio che sconvolge la comunità. La tragedia costata la vita a Violeta, madre di 3 figli, ha spinto l’amministrazione comunale di Sala Consilina e il Sindaco Francesco Cavallone in veste anche di Presidente del Consorzio Piano Sociale di Zona a commentare l’accaduto.

    “Siamo tutti sconvolti per questo gravissimo episodio – sottolinea il primo cittadino- Mi sento in questo momento di esprimere la costernazione dell’intera comunità. Il nostro pensiero – dichiara Cavallone – va ai suoi tre bambini, e mi sento di garantire il nostro impegno per favorire un loro percorso di reinserimento, utilizzando tutti gli strumenti possibili. Sia il Comune di Sala Consilina che il Consorzio Piano Sociale di Zona S10 faranno tutto quanto nelle loro possibilità per questi bambini nella speranza –conclude il primo cittadino di Sala Consilina – che, pur nella immane tragedia, possano almeno ottenere il conforto di restare insieme”.

    Anche la Consulta delle Donne Amministratirci ha voluto manifestare il suo profondo dolore per quanto accaduto e lo ha fatto attraverso una lettera rivolta direttamente alla giovane Violeta, chiedendole scusa per non essere riusciti ad aiutarla. “Violeta, scusaci abbiamo fallito” sono queste le parole dolorose con cui si apre la lettera. “Siamo rimaste indifferenti ed in attesa che fossi tu a trovare la forza di cercarci”.

    Le amministratrici valdianese sottolineano come da questa tragedia abbiano percepito la necessità che servono azioni concrete per arrivare nelle case e fermare i drammi che possono poi sfociare in tragedie. “Abbiamo fallito tutti – dichiarano – perché abbiamo voltato le spalle. Con le parole siamo Contro la Violenza, – cponcludono –  ma ancora oggi cerchiamo giustificazioni a ciò che ti è accaduto: un Violento ha usato la più grande delle violenze ammazzandoti. Scusaci Violeta se abbiamo fallito”.

    Un messaggio arriva anche dal centro antiviolenza Aretusa “Molte donne vittime di violenza – dichiarano – pensano di non avere via d’uscita. È fondamentale il supporto di famiglia e amici capaci di cogliere i segnali della violenza. Noi dei Centri Antiviolenza da anni ripetiamo in tutte le sedi che femminicidi e ogni tipo di violenza di uomini su donne sono frutto di un’escalation che può e deve essere riconosciuta e fermata”. 

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli