7.4 C
Sassano
sabato, 4 Febbraio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sant’Arsenio, furto in appartamento. Arrestato 46enne. Donato Pica annuncia controlli severi

    {vimeo}266291463{/vimeo}

    46enne arrestato a Sant’Arsenio colto in flagranza di reato mentre era intendo a svaligiare un appartamento a Sant’Arsneio. I militari della compagna Carabinieri di Sala Consilina, guidati dal Capitano Davide Acquaviva proseguono nelle attività di perlustrazione di tutto il territorio per la repressione dei reati di varia natura così come per la repressione dei rati di furti che, negli ultimi anni si sono intensificati ad opera di malviventi.

    Nella nottata scorsa le pattuglie dei carabinieri di Polla e Petina,, mentre erano intenti nei servizi perlustrativi contro i reati predatori, sono intervenuti tempestivamente a seguito segnalazione presso un appartamento nel territorio di Sant’Arsenio. Alcuni vicini avevano infatti notato la presenza di rumori strani e di una finestra forzata provenienti dall’abitazione e hanno così allertato i carabinieri.

    Gli uomini del Capitano Acquaviva, giunti tempestivamente sul posto, si sono introdotti all’interno dell’abitazione sorprendendo un uomo del posto, pregiudicato intento a prelevare e a nascondere all’interno di alcune buste argenteria, monili ed altri oggetti di varia natura. Il valore stimato della refurtiva è di circa 3 mila euro, restituita in seguito alla proprietaria dell’appartamento. Per l’uomo invece sono scattate le manette ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

    Nonostante l’intenso lavoro portato avanti dai carabinieri del Capitano Davide Acquaviva, resta comunque alta la frequenza dei furti in zona tanto da aver spinto il sindaco di Sant’Arsenio Donato Pica ad intervenire sulla vicenda assicurando un rafforzamento delle operazioni di controllo sul territorio.

    “Visti gli ultimi preoccupanti eventi – fa sapere il primo cittadino di Sant’Arsneio – da questo momento non vi sarà più tolleranza ed avvieremo una fitta serie di controlli e verifiche dappertutto. Siamo pronti – spiega Donato Pica  – anche a sacrificare risorse in più nel bilancio dell’Ente al fine di attrezzare un adeguato servizio di vigilanza con uomini e mezzi necessari. Inoltre – conclude Pica – nei casi in cui si presentano problematiche dal punto di vista sociale o, laddove sussistano dubbi sulla provenienza e sull’attività delle persone, saranno immediatamente informati gli organi preposti e le Forze dell’Ordine”

    Anna Maria Cava

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli