3.5 C
Sassano
martedì, 31 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sapri. Truffa del pacco postale, colto in flagranza giovane incensurato napoletano.

    {vimeo}295326457{/vimeo}

    Truffa sventata dai carabinieri della Compagnia di Sapri nella giornata di ieri. I militari hanno arrestato in flagranza di reato un giovane incensurato del napoletano che aveva tentato la truffa del pacco ai danni di una 50enne di Sapri. La fortuna, infatti, ha voluto che a rispondere al telefono non fosse l’anziana titolare del numero di telefono ma la figlia che ha capito che qualcosa non andava e ha contattato i carabinieri.

    Il meccanismo criminoso messo in piedi dal soggetto è stato abbastanza semplice. Dopo aver individuato la vittima sull’elenco telefonico l’ha contattata più volte fino a farsi dare il numero di telefonino. Successivamente un complice l’ha contattata e presentandosi come suo nipote e le ha chiesto di prelevare la somma  di 1600 euro poiché di lì a poco a casa della donna sarebbe arrivato un pacco ed era necessario pagare il corriere in contanti con la promessa di restituirli in giornata. Ma al telefono, come dicevamo, ha risposto la figlia dell’anziana signora che ha allertato i Carabinieri, i quali l’hanno tranquillizzata e l’hanno invitata a ricontattarli non appena qualcuno si facesse vivo.

    Detto fatto. Nel pomeriggio quando il presunto corriere si è presentato alla porta dell’abitazione, la donna ha allertato i carabinieri che sono giunti immediatamente sul posto e hanno colto sul fatto il giovane. All’interno del “pacco” c’era un kilo di riso. Il giovane è stato denunciato per tentata truffa in concorso e sono in atto le indagini per scoprire chi si nasconde dietro l’organizzazione di questi raggiri. Numerose le denunce giunte in tutta la provincia con vittime soprattutto gli anziani. La raccomandazione è sempre quella di recarsi in caserma qualora si dovesse cadere nella rete dei truffatori.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli