3.5 C
Sassano
venerdì, 27 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sassano, omicidio Elena Pavel: confermata condanna a 5 anni di reclusione

    {vimeo}240986116{/vimeo}

    Il mattino del 9 maggio 2015 la giovane mamma Carmen Elena Pavel era a bodo della sua bicicletta e stava andando a lavoro quando la Honda Civic guidata dal 37enne Enrico Salluzzila travolse e la uccise. Un impatto violento con il corpo della 27enne che fece un volo di circa dieci metri per finire contro un cartellone della segnaletica stradale perdendo di fatti la vita.

    Un episodio che sconvolse la comunità sassanese. Subito furono avviate le indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Sala Consilina e, grazie al sistema di videosorveglianza installato in paese pochi mesi prima e la testimonianza di un cittadino che aveva visto la scena, riuscirono ad individuare la vettura e il suo autista. A seguito di controlli il Salluzzi risultò positivo all’alcool e alle sostanze stupefacenti (cocaina e cannabis).

    Il legale del 37enne aveva chiesto l’annullamento della sentenza adducendo tre motivazioni: il prelievo ematico, secondo il legato, sarebbe stato effettuato senza il consenso dell’imputato, il non riconoscimento delle attenuanti previste per chi ha risarcito i danni causati, il riconoscimento delle attenuanti generiche.

    Motivazioni che non hanno convinto i giudici della Corte di Cassazione che non hanno alterato il verdetto dei giudici di primo e secondo grado confermandola condanna per Enrico Salluzzia cinque anni di reclusione, dieci mesi di arresto e quattromila Euro di multa per il reato di omicidio colposo aggravato dalla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed omissione di soccorso. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli