3.5 C
Sassano
martedì, 31 Gennaio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sicurezza stradale, combattere la distrazione alla guida. Campanelli: “Dobbiamo raggiungere quota zero”

    {vimeo}275798301{/vimeo}

    La battuta d’arresto registrata dall’ISTAT 2016 sulle vittime in strada – 145 in meno rispetto al 2015 – è stata scalzata da un’inversione di tendenza nel 2017, con un aumento degli incidenti mortali dell’1,4% – 22 in più del 2016 – e delle vittime del 2,7% – 45 vittime in più. Aumentate anche le infrazioni per uso improprio dello smartphone.

    Parlare al telefono in auto, usare le chat o scrivere un messaggio, farsi un selfie distogliendo lo sguardo dalla guida impediscono di mantenere lo sguardo sulla strada e le mani sul volante, interferendo sui tempi di reazione e sull’attenzione dei conducenti, con rischi per la sicurezza degli utenti della strada.

    Scrivere un messaggio equivale a 10 secondi di distrazione e a percorrere 300 metri senza guardare la strada. Fare un selfie distrae dalla guida per 14 secondi. Consultare un social network 20 secondi. Il rischio di incidente per chi utilizza il cellulare o smartphone durante la guida è fino a 4 volte superiore rispetto a chi non ne fa uso. “C’è stato un aumento degli incidenti stradali e questo mi rammarica molto. Se pensiamo a diversi anni fa il numero di morti sulle strade però è diminuito – dice Daniele Campanelli presidente Life sicurezza stradale – la distrazione alla guida è la prima causa di incidenti. L’uso dei cellulari è una delle cause principali. C’è tanto da lavorare per raggiungere nel tempo la quota zero sulle strade con la rete di associazioni, enti, amministrazioni e cittadini”.

    “Tutti noi dobbiamo usare la responsabilità alla guida – continua Campanelli – il volante tra le mani è un’arma che può uccidere e far male. Spero che la cultura della sicurezza stradale che si poggia sul dono della vita si possa diffondere sempre di più”. Intanto Anas ha deciso di realizzare un’applicazione per bloccare lo smartphone ai conducenti, Guida e Basta, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Polizia di Stato.

    Antonella Citro 

     

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli