1.8 C
Sassano
martedì, 7 Febbraio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Teggiano. Ragazza picchiata e segregata per anni. Rinviati a giudizio madre e compagno

    {vimeo}276198586{/vimeo}

    Ieri mattina presso il tribunale di Lagonegro si è svolta l’udienza preliminare sulla richiesta di rinvio a giudizio a carico di Salvatore Bifolco e Giuseppina Galdi accusati di maltrattamenti contro familiari o conviventi, con l’aggravante di aver agito per futili motivi, omissione di soccorso, sequestro di persona e di lesioni gravi personali. A denunciare l’accaduto la vittima delle violenze Veronica Barilaro, 22enne di Teggiano, figlia di Giuseppina Galdi, che dal 2012 al 2015, periodo in cui ha vissuto con la madre e il compagno tra Pozzuoli e Maratea, ha subito violenze fisiche e morali.

    La giovane ha denunciato di aver subito calci, pugni e ginocchiate, agguati in piena notte, ustioni causate da getti di acqua bollente e la segregazione in casa fino alla liberazione nel 2016 quando, dopo l’arresto di Bifolco per altri reati, chiamò il 112 ed è ritornata dal padre naturale. Una vicenda che ha destato molto scalpore con la giovane che a causa dei maltrattamenti subiti ha perso la vista dall’occhio sinistro e parte dell’olfatto. Ieri nell’udienza preliminare, che ha disposto il rinvio a giudizio per i due imputati, presente sia la vittima, assistita dall’avv. Lagreca, insieme al padre e al fratello che hanno chiesto di costituirsi parte civile, sia Salvatore Bifolco. Assente invece la madre, Giuseppina Galdi assistita dall’avv. Del Chierico. Il processo avrà inizio il prossimo 25 gennaio 2019.

    Giuseppe OPROMOLLA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli