Attualità

Attualità

Il GAL Vallo di Diano riceve l'atteso decreto di finanziamento firmato dalla Regione Campania per l'assegnazione dei fondi riconosciuti al GAL Vallo di Diano. Lo scorso ottobre 2016, arriva la conferma che il duro lavoro intrapreso dai giovani e dai collaboratori del GAL per la realizzazione del progetto strategico da proporre per l'ottenimento della nuova tranche di finanziamenti destinati ai GAL (Gruppo di Azione Locale), aveva portato i suoi frutti e il GAL Vallo di Diano, presieduto da Attilio Romano, non solo aveva ottenuto il finanziamento, ma il suo progetto si era classificato primo nella graduatoria. Ora, lo stesso presidente Romano, annuncia di aver ritirato il decreto di finanziamento che vedrà il GAL Vallo di Diano, protagonista per i prossimi 5 anni nella realizzazione di azioni destinate allo sviluppo e alla crescita del territorio valdianese. Entra qun di nel vivo il lavoro del GAL Vallo di Diano che, con l'ottenimento del primo decreto di finanziamento che assegna all'ente circa 1 milione di euro da destinare ad azioni di valorizzazione del territorio e di chi lo vive, può finalmente iniziare ad operare nell'ambito della misura 19 "Sviluppo Locale di tipo partecipato" con la tipologia di intervento 19.4.1 per il Sostegno per i costi di gestione e animazione i cui obiettivi sono: Sostenere il funzionamento e le principali attività del GAL per l'attuazione e l'animazione delle strategie di sviluppo locale; favorire l'acquisizione delle competenze sostenendo l'attività dei GAL come promotori dello sviluppo locale nella gestione, monitoraggio e valutazione della strategia; rafforzare la capacità dei soggetti locali di elaborare e attuare nuovi investimenti/progetti stimolandone la capacità di gestione; svolgere azioni di comunicazione e diffusione di informazioni a sostegno dei potenziali beneficiari. I protagonisti assoluti di queste azioni saranno le persone ed è proprio alle risorse umane che il presidente del GAL Vallo di Diano si rivolge nell'annunciare l'arrivo del decreto di finanziamento sul suo profilo facebook. "Abbiamo ricevuto - scrive Attilio Romano - il Decreto di finanziamento da parte della Regione Campania, inerente la Misura 19 del Gal per circa un milione di euro per le attività amministrative e di animazione che ci vedranno protagonisti fino al 2022. Con il CDA e l'intera compagine sociale - continua - rimane forte la volontà di valorizzare le risorse umane del territorio in un'ottica di crescita costante del tessuto non solo economico ma anche sociale per migliorare la produttività del comparto agricolo del Vallo di Diano".

Attualità

La BCC di Buonabitacolo mantiene la sua linea di massima presenza recandosia a Milano per l’incontro sul tema “insieme costruiamo il nostro futuro, la prima banca locale del paese”, promosso da Iccrea. L'incontro moderato da Giulio Magagni, presidente di Iccrea, ha evidenziato che le Bcc possono “salvaguardare la biodiversità ma le radici debbono essere ben radicate nella storia passata e i nuovi rami debbono essere proiettati nel futuro che è già presente”. Un riferimento a quanto da sempre sostenuto dalla BCC di Buonabitacolo per la necessità di salvaguardare storia e radicamento territoriale delle BCC. Interessante l’intervenuto di Ciro Vacca, responsabile del servizio supervisione bancaria di Banca d’Italia, che ha spiegato le motivazioni della creazione della capogruppo, unica scelta possibile sia perché il sistema non ha raccolto l’invito a creare un sistema di garanzia sia perché sono intervenuti profondi mutamenti di mercato, di regolamentazione e di modello di supervisione. Un impegno importante per la capogruppo Iccrea. “La costituzione della capogruppo - ha sostenuto Vacca - è da vivere come un’opportunità in un nuovo contesto di mercato sempre più concorrenziale, ad alto impatto tecnologico, che vedrà le Bcc non solo come banche locali ma anche come banche commerciali e dovranno competere con i grandi istituti bancari europei”. A rappresentare la BCC di Buonabitacolo in questo importante appuntamento che proietta l'istituto di credito verso il futuro era presente il vice direttore Angelo Fordella e il responsabile management Antonio Viglietta. “Siamo qui a Milano - ha spiegato Viglietta perché crediamo in questo percorso da subito condiviso con Iccrea.  Il cambiamento in atto assicurerà sempre le autonomie locali delle singole banche. Un tema che abbiamo affrontato in un bilaterale con il dott. Jacobo Valera, supervisory della vigilanza della BCE e con la dott.ssa Dalinda Clemente, supervisory di banca d’Italia, i quali hanno esposto in maniera dettagliata i principi generali per la vigilanza delle banche significative ed il lavoro svolto con il gruppo di lavoro per la costituenda capogruppo”. Un incontro importante conclusosi con le relazioni dei dirigenti Iccrea, in particolare del direttore generale Leonardo Rubattu ed il presidente Giulio Magagni, i quali hanno presentato la struttura operativa della capogruppo soffermandosi su contratto di coesione; Governo societario; Ambiti di direzione e coordinamento; Accordo di garanzia; Sistema di Early warning. “Quel che conta per noi, - ha evidenziato Angelo Frodella - è il riconoscimento della solidità patrimoniale ed il ruolo primario di sostegno all’economia locale. Il percorso di crescita ci porta ad assumere un ruolo rilevante nel panorama delle BCC del mezzogiorno ed è in questa direzione che lavoriamo e lavoreremo nei prossimi mesi”.

Attualità

È quasi pronta a Sanza l’istallazione delle “Luci d’Inverno”. L’inaugurazione del percorso di luci artistiche che ridaranno vita al centro storico è prevista per domenica prossima, 22 ottobre, alle 21,00. Nella stessa serata poi, alle ore 22, le “Luci della Ribalta” si accenderanno a Sanza, in piazza Guglielmo Marconi che ospiterà il progetto nato dall’incontro di due esperti musicisti delle tradizioni musicali della tammurriata e del sufi: Nando Citarella e Pejman Tadayon. Tutto sotto la suggestiva illuminazione delle “Luci d’Inverno”, il percorso luminoso di istallazioni artistiche che accompagneranno il visitatore da Piazza Guglielmo Marconi a Piazza San Giovanni per poi proseguire su Piazza Tenente Eboli, quindi Piazzetta San Martino ed infine Piazza Plebiscito. Dal lato opposto, le luminarie si aprono dall’antica Cappella di Santa Brigida, seguendo vico San Nicola per arrivare alla Torre medioevale. “Mai stato così bello il centro storico, Sanza sarà una piccola Salerno con le sue luci d’artista – ha commentato il Sindaco Vittorio Esposito ieri sera in occasione della prova generale dell’accensione di Luci d’Inverno – è l’esaltazione del bello – continua Esposito – un percorso culturale di sensibilizzazione al bello, alla bellezza, per guardare con altri occhi il nostro bellissimo centro storico”. Le istallazioni luminose, il percorso di accoglienza al turista, rimarranno accese per tutto il periodo natalizio. “Un modo diverso – ha sottolineato il vicesindaco Antonio Lettieri – per ridare luce e vita al centro storico lasciato nell’oblio per troppo tempo”.

Attualità

C’è tempo fino al 31 ottobre per aderire alla rottamazione delle bollette del servizio idrico gestito da Consac. La società infatti ora da la possibilità di regolarizzare in maniera agevolata le fatture. Possono usufruire del beneficio tutti coloro che non hanno ancora pagato le bollette scadute entro la data del 31 dicembre 2016, il cui ammontare totale superi i 300 euro. Basta saldare esclusivamente gli importi corrispondenti alla sola fattura, senza l’applicazione di interessi o penali, già maturati e da maturare, fino al completo pagamento ripartito in tre rate che avranno scadenza diversificata: 30 novembre 2017, 31 gennaio e 31 marzo 2018. L’adesione alla rateizzazione comporta la sospensione delle procedure di distacco e delle azioni legali di recupero del credito. “Si tratta di un’agevolazione importante – afferma il Presidente della Società, Gennaro Maione – che Consac concede a tutti gli utenti che intendono sanare la propria posizione e che, in un periodo non facile sotto il profilo economico-sociale, consente di azzerare i debiti pregressi con un risparmio considerevole a favore dei cittadini”.

Per beneficiare dell’agevolazione è necessaria l’adesione sottoscrivendo l’apposito modulo precompilato, allegato all’ultima bolletta pervenuta o riempendo il form sul sito www.consac.it alla voce “clienti / rottamazione bolletta”, previa registrazione, o scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  o tramite fax al numero 0974/75623.

Gli utenti interessati possono effettuare i pagamenti scegliendo tra le diverse modalità a disposizione: con i bollettini postali, per quanti preferiscono il recapito a domicilio, presso la propria banca con Bonifico SEPA o con il proprio internet banking, presso gli uffici postali, nelle ricevitorie, tabaccherie, edicole e bar aderenti ai circuiti LISPAGA di Lottomatica e SISALPAY. Il pagamento può essere effettuato con carte di credito e prepagate VISA e MasterCard, con carte PagoBancomat o contanti.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.