Cultura

Cultura

 

alt

Donato Stabile racconta storie e interpreta la vita attraverso le sue opere. Opere che, dallo scorso 10 agosto e fino al 30 agosto, sono in esposizione nello splendore della sua Roscigno Vecchia, grazie alla Banca Monte Pruno e al Direttore generale Michele Albanese che ha voluto supportare l’iniziativa per valorizzare l’artista suo concittadino e la sua armoniosa arte che racconta la vita con uno sguardo nuovo.  Lo scorso 10 agosto è stata così aperta Casa Passarella, successivamente denominata “La Casa degli Artisti”, ospitando Donato Stabile e le sue opere che vanno dalla pittura alla scultura, passando per la fotografia per raccontare le storie di vita, della terra come del cielo, ma soprattutto le storie di un territorio che ha tanto da raccontare.

alt

Il suo modo di raccontare proprio il territorio su cui la Banca Monte Pruno crede fortemente e su cui investe continuamente, come investe anche sulle persone che lo abitano, ha spinto il direttore Albanese a dare nuovo supporto a questa iniziativa che, fino al 30 agosto con ingresso libero, racconterà le storie di un uomo e della sua terra. Storie che affascinano come affascina il luogo scelto per la realizzazione della mostra, come evidenziato dallo stesso direttore Albanese durante la serata inaugurale complimentandosi con l’artista sia per le sue opere che per la location scelta.

altalt

L’Arch. Iole Giarletta, in un suo scritto affisso all’entrata della mostra, ci descrive come Donato Stabile con i suoi lavori riesce a raccontarci delle storie di terre e di cielo, terre vive da coltivare e cielo immenso da esplorare. “Pittura, fotografia, poesia, - si legge dallo scritto dell’architetto Giarletta - sono frammenti di storia di un territorio, vissute e raccontate con una attitudine a interpretare la vita stessa come un territorio creativo. In esso Donato Stabile realizza un lavoro instancabile, produce immagini e parole, tutto materiale da approfondire con la regolazione delle proporzioni artistiche da lui intraprese. Le sue opere - continua - rappresentano i temi di una lunga ricerca espressiva, a volte malinconica, a volte forte e inquieta. La leggerezza realistica degli acquerelli, l’intensità astratta degli acrilici, l’effetto visionario delle opere, il timbro dolente degli scritti, esplorano e compongono materiali, mischiano i colori, determinano forme in cui echeggia il desiderio di un tempo in armonia con il paesaggio e la vita degli uomini, di luoghi della natura da vivere”.

alt

 

Cultura

La DB arte contemporanea da ieri fino al prossimo 26 luglio nei locali della SS. Pietà di Teggiano propone una mostra dal tema “La dichiarazione universale dei diritti umani”. Antonella Citro ne ha parlato con il curatore Michele Di Bisceglie. 

Cultura

La rete dei musei del Vallo di Diano lancia nuovi modelli di rete per superare le difficoltà e integrare la visita ai grandi attrattori con proposte sempre più suggestive. Antonella Citro ne ha parlato con il direttore del museo etnoantropologico di Montesano Giuseppe Aromando. Sentiamolo. 

Cultura

Partirà oggi il primo itinerario legato al progetto “Rete dei Musei del Vallo di Diano”. Ad un mese dalla stipula del protocollo d’intesa tra i 20 musei aderenti, prende il via un ciclo di incontri culturali tra le varie realtà Museali che hanno preso parte all’iniziativa, permettendo a turisti e residenti di conoscere tutti  quei piccoli gioielli che custodiscono l’anima e la tradizione del territorio. Si parte nel mese di agosto, anche in concomitanza con appuntamenti estivi di animazione territoriale presenti nei vari paesi del Vallo di Diano. Ogni percorso ha un filo conduttore che unisce i vari siti, permettendo agli interessati di scoprire i più importanti tesori valdianesi. Si parte con Padula, che nella giornata di domani aprirà le porte della Casa Museo di Joe Petrosino, dei Musei civico Multimediale, dei presepi, del cognome e del Museo didattico della pietra di Padula. Nei giorni a seguire si coinvolgeranno gli altri siti museali dei Comuni che hanno aderito al progetto, come Sala Consilina, Montesano sulla Marcellana e Buonabitacolo, e sarà effettuata una visita guidata a cura dei gestori dei singoli siti museali. Un mese d’Agosto ricco d’appuntamenti quindi, con l’obiettivo primario di ridare lustro e considerazione alle bellezze del nostro comprensorio. Gli itinerari di valorizzazione territoriale continueranno nel mese di Settembre, coinvolgendo in diverse giornate i Comuni cui interessati dal progetto. Chiunque volesse ulteriori informazioni e delucidazioni puo’ rivolgersi alla Fondazione Mida attraverso il suo recapito telefonico o indirizzo e-mail, oppure consultare il sito Internet dell’Associazione.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.