Cultura

Cultura

alt

Giovedì 20 aprile, a partire dalle ore 9.00, presso la Biblioteca Centrale di Ateneo si terrà l'incontro di studi dal titolo "I mille volti della Qualità in Biblioteca fra attività gestionali inclusione e partecipazione". Il seminario è organizzato dal Centro Bibliotecario di Ateneo, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale e la Sezione Campania Gruppo di studio sull’applicazione dei principi Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale della qualità e sul management delle biblioteche.

Il programma dell'incontro prevede:

SALUTI a cura di: Aurelio Tommasetti, Daniela Valentino, Maria Giovanna Riitano, Giovanna De Pascale

INTRODUZIONE a cura di: Maria Rosaria Califano

COORDINAMENTO DEI LAVORI: Marcello Andria, Giovanni Di Domenico

INTERVENTI: Giovanni Amodeo, Luisa Balbi, Anna Bilotta, Andrea Capaccioni, Floriana Caterina, Cristina Cocever Chiara Faggiolani, Patrizia Florio, Ilaria Giglio, Tiziana Grande, Antonio Lovecchio Patrizia Lùperi, Paola Maddaluno, Francesco G. Meliti, Janet L. Mente Gaia Rossetti, Maria Senatore, Maurizio Vivarelli, Gaetano Zizza

COMITATO SCIENTIFICO: Marcello Andria, Maria Rosaria Califano, Giovanni Di Domenico, Vincenzo Trombetta

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA: Anna Senatore, Pio Manzo

SOCIAL MEDIA MANAGER: Remo Rivelli

Cultura

alt

A partire da giovedì 20 aprile 2017, presso l’Aula delle lauree di Ingegneria del campus di Fisciano, avrà inizio il ciclo di conferenze sul tema “La Città”.

Lo scopo del percorso, curato dal prof. Roberto Vanacore del Dipartimento di Ingegneria Civile, è quello di sollecitare l’attenzione di studenti, studiosi, ricercatori, docenti e professionisti impegnati nelle discipline del progetto, sulla complessità del fenomeno urbano scegliendo una pluralità di punti vista sull’argomento in modo da sottolineare l’importanza e la fecondità di un approccio autenticamente interdisciplinare al tema. 
La città è un fenomeno complesso, la cui forma e organizzazione condiziona in modo rilevante la nostra vita, il nostro modo di vivere, lavorare e produrre; nello stesso tempo la città è anche una grande infrastruttura culturale e una fonte di ispirazione per artisti che, con le loro opere, ne permettono continuamente nuovi modi di lettura ed interpretazione. Soprattutto nel XX secolo la città ha costituito lo sfondo dei grandi cambiamenti della società ed ha ispirato profondi rinnovamenti nell’arte e nella letteratura; essa stessa è cambiata profondamente nella sua forma fisica, nella sua estensione, nella sua densità , in una metamorfosi progressiva che ha permesso di riconoscere tutti progressivi passaggi dall’Utopia alla Realtà (per parafrasare il titolo del celebre libro di Françoise Choay “La città. Utopia e realtà”, 1965). Impossibile da contenere nei limiti disciplinari tradizionali dell’architettura e dell’urbanistica, talmente numerose e ramificate sono le relazioni che essa ha con qualsiasi attività dell’essere umano, la città sarà il tema messo a fuoco dalle diverse conferenze, ciascuna delle quali proporrà una diversa tematizzazione del fenomeno urbano.

Il primo incontro del ciclo si terrà giovedì 20 aprile con una conferenza di Nicola Di Battista, Direttore delle rivista internazionale di architettura “Domus”. Di seguito il programma degli appuntamenti.

  • Nicola Di Battista, “La città come progetto”, 20 aprile 2017, ore 16,30
  • Jean-Christophe Bailly, “La città come racconto”, 27 aprile, ore 16,30
  • Salvatore Settis, “La città come documento”, 9 maggio, 2017

Il ciclo di conferenze si avvale del supporto di diversi enti e istituzioni esterne all’Ateneo: innanzitutto la Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, che ha concesso il patrocinio morale, quindi la rivista internazionale di architettura “Domus”, l’Istituto Francese di Napoli, l’Ordine degli Architetti di Salerno, l’ANCE-AIES di Salerno.

Cultura

Teggiano “Città che legge”, è la qualifica riconosciuta all’Amministrazione comunale del centro valdianese dal Cepell (Centro per il Libro e la Lettura) d’intesa con l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Il titolo serve a promuovere e valorizzare il Comune che svolge e che si impegna a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. Considerando la lettura come un valore da cui dipende la crescita intellettuale, sociale ed economica di una comunità, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva, il “Centro per il libro e la lettura” vuole, attribuendo tale riconoscimento, sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane. Potevano richiedere la qualifica di "Città che legge" le Amministrazioni comunali  che hanno dimostrato di: garantire ai propri abitanti l’accesso ai libri e alla lettura con la presenza di biblioteche o librerie sul territorio; ospitare festival, rassegne o fiere per mobilitare i lettori e incuriosire i non lettori; partecipare ad iniziative di promozione della lettura coinvolgendo biblioteche, scuole, librerie e associazioni;  aderire ai progetti nazionali del Cepell; impegnarsi a promuovere la lettura con continuità attraverso una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per realizzare pratiche condivise di promozione della lettura. Teggiano si conferma dunque realtà culturalmente viva inserendosi a pieno titolo tra le 366 “Città che leggono”. L'inserimento in elenco consente all’Amministrazione comunale di partecipare ai bandi che il Centro per il libro lancerà a partire da quest’anno per attribuire finanziamenti e incentivi che vanno a premiare i progetti più meritevoli in base alle categorie che via via saranno definite.

Cultura

Si sta rivelando davvero un grande successo il libro scritto da Enzo Landolfi "158 Una Provincia da Gustare" che raccoglie nelle sue pagine la storia, le tradizioni e le tipicità gastronomiche di tutti i paesi della Provincia di Salerno. Un Libro in continua evoluzione con l'arricchimento di sempre maggiori informazioni e ricco di ricette. Il nuovo libro, in uscita nei prossimi giorni sarà presentato anche nel Vallo di Diano con tre appuntamenti già fissati tra la fine di Maggio e la metà del mese di giugno nei comuni di Casalbuono, Atena Lucana e Teggiano. L'autore Enzo Landolfi parla del suo lavoro

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.