Politica

Politica

Il Gruppo consiliare di minoranza “Padula Bene Comune”, attraverso un manifesto, mette in evidenza quelle sono le condizioni economiche del Comune di Padula sulla base di quanto emerso dal conto consuntivo della gestione finanziaria 2016 dell’Amministrazione Imparato. “È sparito – si legge nel manifesto – il tesoretto di circa 3mln e mezzo di euro propagandato un anno fa dai palchi e dalle scene politiche della campagna elettorale e applaudito, a loro dire, dall’intera Regione”. “Ma – continuano dall’opposizione – più che sparito non è mai esistito. Una balla gigantesca, una falsità colossale smascherata da questo Gruppo consiliare attraverso elementi contabili ineccepibili”. “La condizione finanziaria del Comune rasenta oggi lo stato di pre-dissesto finanziario nel senso previsto dalla legge se solo si calcola – si legge ancora – che il Sindaco immagina di poter riscuotere oltre 2mln e mezzo e di euro (2.690.591,63euro) tra Imposte, Tasse Diritti e Canoni vari, per gli anni antecedenti il 2016”. E, durante il Consiglio comunale dello scorso 15 giugno, quando è stato approvato il conto consuntivo 2016, “il Sindaco Imparato e i suoi amici – afferma il Gruppo di minoranza – hanno affidato il servizio di riscossione coattiva all’Agenzia delle Entrate-Riscossione che come è noto ha il potere di prelevare direttamente dai conti correnti bancari di ciascun cittadino”. L’Ente in questione, è bene ricordarlo, è un nuovo soggetto pubblico che nasce dall’estinzione di Equitalia la cui scomparsa definitiva avviene il prossimo 1 luglio 2017. Il nuovo esattore – come ha sottolineato la stessa Caterina Di Bianco ai nostri microfoni lo scorso … – ha più poteri investigativi e ispettivi rispetto a Equitalia. “Padula Bene Comune” ha votato contro questa scelta anche perché – ha sottolineato Di Bianco – le alternative c’erano: la riscossione infatti può essere gestita direttamente dall’Ente o affidata a soggetti concessionari ma l’Amministrazione Imparato ha scelto il metodo più aggressivo evidentemente per riempire le lacune del bilancio e delle casse comunali”. “Noi, consiglieri del gruppo di minoranza – si legge in fine nel manifesto – abbiamo votato contro chiarendo e documentando il nostro dissenso perché a noi sta a cuore il futuro e il Bene Comune della nostra Città”. 

Politica

Primo consiglio comunale per la nuova amministrazione di Sanza guidata dal Sindaco Vittorio Esposito che ieri sera ha prestato giuramento davanti a centinaia di persone che hanno sostenuto la lista e che hanno voluto salutare il neo eletto primo cittadino ancora convalescente dopo i gravi problemi di salute che ha dovuto affrontare ma che oggi lo rivedono nuovamente in campo e con grande vigore. Tanti applausi per il primo cittadino per le prime parole pronunciate da Vittorio Esposito alla cittadinanza in cui ha voluto ribadire come, terminata la campagna elettorale si chiudono anche i dissapori "è il momento di sotterrare l'ascia di guerra" come detto testualmente dal primo cittadino e di lavorare uniti per un rilancio effettivo di un Paese e di una comunità che può dare tanto e che merita di avere tanto. Un discorso che è stato rivolto soprattutto alla minoranza consiliare che ha accolto l'invito del sindaco ad una collaborazione che porti non più a parlare di maggioranza e minoranza ma di amministrazione comunale.

"Da voi, - ha sottolineato Esposito - nel cercare di portare avanti i progetti positivi che avete realizzato durante i 5 anni di amministrazione Di Mieri, mi aspetto anche collaborazione, proposte e suggerimenti che siano in grado di apportare un contributo significativo per la crescita socio economica di tutta la comunità". Un invito che è stato accolto dal gruppo Alternativa per Sanza con capogruppo Francesco De Mieri che, nel congratularsi con il nuovo sindaco Vittorio Esposito augurandogli Buon lavoro, ha anche annunciato la condivisione delle parole del Sindaco per una collaborazione per il bene del paese. Il discorso del primo cittadino è stato anche rivolto a ringraziare quanti lo hanno sostenuto ed in particolare quanti lo hanno aiutato in questi giorni che lo hanno tenuto lontano dalla sua comunità in primis il vice sindaco Antonio Lettieri. Elogi comunque a tutto il gruppo ed in particolare ai giovani ricordando loro che i prossimi 5 anni saranno fondamentali per acquisire l'esperienza necessaria per poter, dopo questo mandato, prendere in mano la guida del Comune   

 

 

 

Politica

alt

Si terrà venerdì prossimo 30 giugnoil primo consiglio comunale di insediamento della nuova amministrazione comunale di Buonabitacolo guidata da Giancarlo Guercio. Venerdì prossimo alle ore 20,00 presso l'aula consiliare del Comune di Buonabitacolo, anche in questo caso, dopo l'esame delle condizioni di eleggibilità dei consiglieri comunali eletti, sarà il momento del giuramento del Sindaco Giancarlo Guercio che presenterà anche la composizione della sua Giunta Comunale

Politica

alt

Lunedì prossimo 26 giugno alle ore 18,00 presso l'aula consiliare del Comune di Sant'Arsenio primo consiglio comunale di insediamento per l'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Donato Pica. Dopo la verifica sulle candidabilità ed eleggibilità degli eletti il neo eletto sindaco presterà giuramento davanti alla comunità presente. A seguire un breve discorso di insediamento, anticiperà la comunicazione dei componenti della giunta comunale che, per i prossimi 5 anni, affiancherà il primo cittadino nell'attuazione del programma proposto che ne ha consentito l'elezione e in generale nell'amministrazione della cosa pubblica  

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.