Sanità

I costi della sanità in Italia continuano ad essere oggetto di verifiche. La salute è uno dei principali diritti che la costituzione italiane riconosce come dall'art. 32 che ricorda come la Repubblica italiana sia chiamata a garantire le cure dei cittadini. Non è però una novità scoprire come il servizio sanitario in Italia venga ritenuto eccessivamente oneroso per lo Stato che, già in diverse occasione ha provveduto ad effettuare dei tagli anche sostanziosi. Ora, scondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino, si pensa all'introduzione di ulteriori novità. Novità che dovrebbero riguardare i ticket su visite specialistiche e sulla diagnostica sostenute da tutti i cittadini. Secondo quanto riferito, nell'ambito di una nuova riforma della sanità si sta pensando di eliminare tali spese che vanno a gravare su tutti i cittadini, in forma compartecipativa della spesa sanitari. Ieri nell'ambito di un incotnro con i rappresentati delle Regioni e il ministero della salute si è ipotizzata l'eliminazione dei cosiddetti Superticket che al contribuente costa circa 10 euro. Il mancato introito derivante da questa novità dovrebbe comunque essere coperto. Ed ecco quindi l'altro novità importante su cui si sta lavorando. E' stata ipotizzata infatti l'introduzione di contributi da parte dei pazienti che arrivano al pronto soccorso con codici verdi. Fino ad ora ad essere, soggetti al pagamento di un contribuito erano solo i codici bianchi, cioè l'arrivo in pronto soccorso di pazienti le cui cure potrebbero essere effettuare anche direttamente dal proprio medico curante. A questo potrebbero aggiungersi, qualora si proceda con la proposta messa sul tavolo ieri, anche i casi in cui il paziente che si reca in pronto soccorso ha riportato lesioni o traumi lievi oppure presenta sintomi che comunque non intaccano le funzioni vitali, urgenze minori che comunque necessitano di cure specifiche. 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.