10.7 C
Sassano
mercoledì, 7 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Agropoli, introducevano illegalmente donne moldave: 3 indagati

    Introducevano illegalmente in Italia donne di origini moldave che venivano poi reclutate come badanti verso famiglie cilentane percependo un corrispettivo dalle famiglie che le reclutavano come badanti, denaro che, le famiglie recuperavano detraendolo dal primo stipendio delle badanti. Tre persone sono state raggiunte da misura cautelare per i reati di associazione a delinquere finalizzata a commettere reati di favoreggiamento della permanenza illegale di cittadine moldave.

    I carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania e della stazione di Pollica, nella giornata di ieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della locale procura, nei confronti di tre indagati che sono stati raggiunti da tre diversi provvedimenti: per un soggetto sono stati disposti gli arresti domiciliari, per un altro indagato l’obbligo di dimore ed un terzo è stato sottoposto alla misura di divieto di dimora.

    Agli indagati è stato contestato di trarre un illecito profitto dal reclutamento e dalla destinazione di donne straniere presso alcune famiglie, in qualità di badanti, senza regolare permesso di soggiorno. In particolare, le cittadine di origini moldave, a gruppi composti da 40-50 donne, venivano condotte in Italia periodicamente, a bordo di autobus, per poi giungere ad Agropoli dove venivano avviate al lavoro, smistate ed accompagnate presso le varie famiglie che, per ogni rapporto lavorativo, pagava, un corrispettivo agli indagati, pari mediamente a 200,00 euro, detratto dalla prima mensilità corrisposta alla lavoratrice.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli