9 C
Sassano
domenica, 4 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Asl SA, screening maculopatia. Buona la partecipazione al “L. Curto” di Polla

    {vimeo}305714160{/vimeo}

    Lo scorso fine settimana l’Asl di Salerno ha promosso uno screening oculare gratuito per la prevenzione della maculopatia (o degenerazione maculare). È la più frequente causa di perdita della vista nei Paesi industrializzati, in Italia ne sono affetti almeno 1mln di soggetti. L’iniziativa è partita dal Dipartimento delle Chirurgie Specialistiche, 4 le strutture dell’Asl interessate: il P.O. “Maria SS. Addolorata” di Eboli (UOC di Oculistica, diretta dal dott. Giovanni Iovieno); l’“Umberto I” di Nocera Inferiore (UOC di Oculistica, diretta dal dott. Raffaele Contursi); il “San Luca” di Vallo della Lucania (UOC di Oculistica, diretta dal dott. Carmine Agresta); P.O. “Luigi Curto” di Polla (UOSD di Oculistica, diretta dal dott. Alfonso Pellegrino).

    In quest’ultima struttura nella giornata di prevenzione il dott. Pellegrino ha effettuato le visite insieme con il dott. Vincenzo Gagliardi, il dirigente medico della sezione Retina. La proposta dell’Asl è stata apprezzata e contraddistinta da una buona partecipazione, il che testimonia la crescente sensibilità della gente sui problemi legati alla salute.

    Tali iniziative sono importanti per le diagnosi precoci ma anche utili a diffondere conoscenza e tenere alta l’attenzione su malattie evitabili se riconosciute per tempo. In questo caso era stato individuato un target specifico, i pazienti con più di 40 anni di età, colpendo, la patologia, soggetti da quell’età in avanti. Sui pazienti i dottori Pellegrino e Gagliardi hanno praticato l’OCT (tomografia ottica a radiazione coerente), un esame non invasivo che fornisce delle immagini ad elevata risoluzione di scansioni a strati (tomografiche) della cornea, della parte centrale della retina (macula) e della testa del nervo ottico (papilla). Prevenire la malattia dunque si può, è il riconoscimento precoce che consente di arrestarne o rallentarne il progredire.

    Le interviste al dott. Alfonso Pellegrino e al dott. Vincenzo Gagliardi

    Rosa ROMANO

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli