18.3 C
Sassano
martedì, 27 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    ASL Salerno. 1 milione e mezzo per fronteggiare la carenza di personale

    {vimeo}157837001{/vimeo}

    Per far fronte all’emergenza generata dalla carenza di medici negli ospedali della provincia, l’Asl di Salerno nell’ultimo mese ha stipulato convenzioni con l’Azienda Sanitaria di Napoli e l’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona” per un valore complessivo di un milione e mezzo di euro. Come evidenzia l’edizione odierna de “La Città di Salerno” tante sono le consulenza per l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania mentre per l’ospedale di Sapri solo una convenzione per l’attività di consulenza di Cardiologia dall’Asl Napoli per un importo complessivo annuale di 90mila euro circa, per l’ospedale di Roccadaspide invece consulenze per attività di Radiologia per 244 ore e 10-11 turni da 12 ore mensili pari a 246mila euro circa e per il reparto Cardiologia-Utic per 72mila euro. Per quanto riguarda l’ospedale Luigi Curto di Polla, riporta “la Città”, “è stata stipulata una convenzione con la Diocesi di Teggiano-Policastro per il servizio di assistenza religiosa cattolica” per una spesa annua di 25mila euro circa mentre la consulenza di Cardiologia del nosocomio pollese per 46mila euro per 720 ore annue. Consulenze doppie per lo stesso reparto per “impedire che la carenza di personale potesse comportare, in alcuni casi, la chiusura dei reparti”. In tutti i provvedimenti emessi dall’Asl di Salerno viene sottolineato come si trattino di convenzioni finalizzate a “fronteggiare le obiettive carenze di dirigenti medici nelle varie specialità dei presidi ospedalieri di riferimento” a causa del “divieto di assunzione e blocco del turnover”. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli