16.8 C
Sassano
giovedì, 8 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Atena Lucana. Al Borgo Lucano saggio di Organetto promosso da Pino Pinto Band

    {vimeo}133029801{/vimeo}

    Sarà una serata di grande festa con ottima musica e divertimento assicurato domani sera, venerdì 10 luglio  al Borgo Lucano di Atena Lucana Scalo nell’evento promosso dalla Pino Pinto Band con la partecipazione di grandi artisti. Stiamo parlando del Saggio di Organetto 2015 proposto dalla scuola del Maestro Antonio Donnantuoni e del giovanissimo musicista Salvatore Pace. Un evento che coinvolgerà attraverso la musica due territori uniti per tradizione e cultura come la lucania e il salernitano grazie anche all’importante contributo di Radio Carina che seguirà la serata e sarà trasmessa live in diretta radiofonica. Una serata dedicata alla musica e alla melodia che l’organetto riesce a trasferire e alla sua lunga storia che lo vede sempre più riconquistare il posto d’onore meritato e da sempre detenuto. A dimostrare il ritorno in auge dello strumento, il gran numero di giovani talenti che nel corso della serata in programma domani 10 luglio al Borgo Lucano, si esibiranno dimostrando la grande passione che nutrono per il suono dell’organetto, a ciò si aggiunge la volontà da parte di Radio Carina Live di trasmettere in diretta il saggio che prenderà il via alle ore 19,00. La serata sarà arricchita, oltre che  dalla degustazione di un menù speciale scelto per la serata, anche dall’esibizione di diversi artisti che, con i loro spettacoli, riescono a valorizzare e promuovere la storia e le tradizioni della Campania e della Basilicata, territori con similitudini culturali che restano radicate. Particolarmente attesa l’esibizione di Tonuccio, Guinnes dei primati per la Quadriglia Batticulo, una quadriglia che rientra nella tradizione storica culturale dell’avellinese e che, grazie a Tonuccio sta acquisendo sempre maggiore popolarità anche al di là dei confini territoriali. “Siamo fortemente impegnati – spiega il maestro Pino Pinto – nel promuovere il radicamento di tradizionali strumenti musicali, tra questi l’organetto, al fine di non far smarrire la memoria collettiva degli usi e dei costumi del popolo lucano e quindi del basso salernitano. Credo che dare l’opportunità a tanti talenti di appassionarsi alla musica anche attraverso il suono delicato dell’organetto meriti la giusta e doverosa considerazione anche da parte delle istituzioni. Sono convinto infatti che la crescita di un territorio si vede anche dall’amore che nutre per la propria storia e le proprie tradizioni. Su questo -conclude il maestro Pinto – noi stiamo lavorando ed è per questo che invitiamo tutti coloro che vogliono a testimoniare con la loro presenza l’affetto e la fiducia verso questi ragazzi e a trascorrere con noi la serata di venerdì 10 luglio per godere di buona musica e grandi talenti”. Dopo il saggio e lo spettacolo degli artisti si proseguirà con musica e ballo per tutta la notte. Per maggiori informazioni e per prenotarsi è possibile rivolgersi alla Pino Pinto Band

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli