14 C
Sassano
mercoledì, 18 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Atena Lucana, un corso di italiano per i profughi ucraini

    Al via ad Atena Lucana un corso di italiano, organizzato dalla copperativa sociale Il Sentiero, per le famiglie ucraine accolte nella rete SAI (Sistema di Accoglienza e integrazione). Le lezioni, tenute dalla docente Rosanna Monaco, sono previste nell’Auditorium comunale Cirillo. A frequentarle 11 beneficiari attualmente presenti nell’ambito del progetto SAI Ordinari e 9 minori stranieri non accompagnati della comunità di Atena Lucana (Progetto SAI MSNA di Padula, Atena Lucana, Montesano sulla Marcellana, Polla, Santa Marina). Il corso è aperto anche a 6 cittadini ucraini non accolti nel sistema SAI ma presenti sul territorio nella rete amicale o familiare.

    Il presidente della cooperativa Il Sentiero, Fiore Marotta, ha spiegato che in seguito all’emergenza umanitaria causata dalla guerra in Ucraina sono state accolte 6 famiglie nei comuni di Atena Lucana, Sant’Arsenio (Progetto SAI di Atena Lucana) e Sacco (Progetto SAI di Bellosguardo, Sacco, Roccadaspide) e che tutti i minori sono stati inseriti nel sistema scolastico. “Atena Lucana – ha affermato il sindaco Luigi Vertucci – è da sempre attenta all’accoglienza di migranti in particolar modo di famiglie e minori stranieri non accompagnati. La drammaticità della guerra in Ucraina la conosciamo non solo attraverso notizie di stampa ma anche guardando i volti delle donne e dei bambini arrivati sul nostro territorio. Siamo pronti come amministrazione e come comunità a garantire politiche di welfare locale a sostegno dei profughi ucraini”.

    “In questo momento difficile – ha detto il sindaco di Sacco Franco Latempa – dove gli orrori della guerra che Papa Francesco ha definito “disumana e sacrilega”, toccano le nostre coscienze, ognuno di noi ha sentito forte il dovere di dimostrare con atti concreti vicinanza e solidarietà al popolo ucraino. Accogliamo a Sacco presso il nostro SAI, 9 persone, 3 donne e 6 tra bambini e ragazzi. Un grazie particolare a tutti i miei concittadini – ha concluso il sindaco – e agli operatori del SAI che con tanta partecipazione si stanno impegnando in quest’opera di solidarietà che fa onore alla nostra piccola comunità”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli