26.8 C
Sassano
martedì, 24 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Auletta. dalla wind l’istallazione di una stazione radio a ridosso del paese

    {vimeo}138620440{/vimeo}

    Lo scorso 31 luglio con delibera di Giunta, il comune di Auletta ha approvato la proposta della Work Station per la realizzazione di una stazione radio base a servizio della rete telefonica sul terreno comunale nei pressi del parcheggio del cimitero comunale. Per tale opera il Comune riceverà 5000 euro annui per nove anni (con possibile proroga) e a carico della conduttrice/concessionaria anche i lavori di sistemazione della pavimentazione stradale di pertinenza. “La grande opera dell’Antenna Wind LTE-4G ad Auletta, la procedura iniziata diversi mesi fa avanza” così scrive soddisfatto il consigliere Antonio Addesso su facebook. Come si legge in delibera, tra le motivazioni di quest’approvazione la necessità di assicurare “sul territorio comunale lo sviluppo innovativo offerto dalla telefonia mobile di ultima generazione, per affiancare, tra l’altro, i servizi di rete fissa”. La stazione radio base è un impianto tecnologico caratterizzato da antenne riceventi e trasmittenti che consentono agli apparecchi mobili di comunicare con gli altri apparecchi (sia mobili che fissi); è quindi un sistema che fa da “ponte” per le telecomunicazioni. Le antenne trasmettono e ricevono l’informazione sotto forma di Radiazione Non Ionizzante, nel campo delle Microonde. Le radiazioni Non Ionizzanti abasse frequenze le radiazioni inducono correnti elettriche nei tessuti elettricamente stimolabili, mentre all’aumentare della frequenza prevale l’assorbimentodi energia (sotto forma di riscaldamento) nei tessuti in cui è presente acqua. A breve-medio periodo la costanze esposizione alle le radiazioni non ionizzanti può comportare effetti sul sistema nervoso, fibrillazione cardiaca, Ipertermia, possibili risposte neuroendocrine e immunologiche collegate allo stress termico. La comunità scientifica è molto discordante, invece, per quel che concerne i possibili effetti a lungo termine. Non è stata trovata un’oggettiva correlazione tra esposizione a campi elettromagnetici non ionizzanti e patologie degenerative. L’unica eccezione è rappresentata dalla leucemia infantile per la quale è stata dimostrata un’associazione tra l’esposizione residenziale a campi magnetici ELF e un raddoppio del rischio di contrarre tale malattia, che comunque resta relativamente basso. Una stazione radio base che si potrà portare vantaggio tecnologico ma che al tempo stesso rischia di provocare danni alla salute dei cittadini.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli