31.8 C
Sassano
domenica, 26 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Auletta. Frana SS 19 delle Calabrie. Continua erosione del terreno. L’appello dei residenti

    {vimeo}261290688{/vimeo}

    Una situazione allarmante che le piogge di questo inizio anno hanno reso ancora più complicate quella della frana al km 46 della SS 19 delle Calabrie. La strada, che collega il basso Tanagro con i comuni degli alburni è interrotta dal gennaio 2014 per via di una frana generata dalla costante erosione del terreno operata dal fiume Tanagro.  Una situazione che, come abbiamo rimarcato già in altre circostanze, poteva essere risolta realizzando l’opera di “spostamento” del letto del fiume come previsto da un progetto con un costo dell’opera di circa 200 mila euro.

    A quattro anni di distanza e con la procedura di affidamento dei lavori per circa 8 milioni di euro ancora in corso la situazione sta peggiorando. Nei giorni scorsi il primo pezzo dopo lo sbarramento di Anas è franato portandolo a valle, verso il Fiume, con la strada che man mano scende sempre di più.

    Una situazione assurda e paradossale se si pensa alla lentezza con cui sta procedendo per aggiudicare i lavori. A generare questa situazione ogni anno sono le piogge che ingrossano il Fiume Tanagro il quale erode il terreno di fatto sbriciolando la base su cui punta l’arteria.

    Ormai c’è chi è rassegnato ma anche ci continua a denunciare: “La frana dello scorso giorno – scrive Christian – ancora in atto sta portando a valle più o meno circa 2-3 ettari di terreno, uliveto, che è la fonte di reddito maggiore della nostra agricoltura nel Nostro Territorio”.

    “Bisogna, – continua – come abbiamo detto migliaia di volte anche con note ufficiali ai vari Enti, allontanare il fiume Tanagro che erode il terreno. Bisogna farlo con urgenza e non attendere altri decenni”.

    Intanto, come annunciato dal consigliere Addesso via social lunedì è in programma al comune un vertice con il Genio Civile Regionale e l’Autorità di Bacino. In questo momento difficile dire cosa possano fare questi due enti se dall’Anas non si sbrigano per concludere la gara e dare inizio ai lavori.  In tutto questo contesto c’è sempre chi al di là della frana vive in una situazione di totale disagio.

     

    Giuseppe Opromolla

     

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli