24.1 C
Sassano
martedì, 17 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Auletta, l’Università di Salerno per progetto monitoraggio biodiversità degli ulivi

    {vimeo}142993843{/vimeo}

    Ad Auletta centro di studi e di ricerca. Sembrerebbe fantasia e invece no. In questi giorni, infatti, gli studenti del corso di Biologia applicata e biodiversità dell’Università degli Studi di Salerno, accompagnati dal Prof.re Stefano Castiglione, Presidente del Corso di Studi di Scienze Ambientali, sono ad Auletta per continuare un progetto riguardante la stima e il monitoraggio della biodiversità sia genetica che morfologica degli olivi vetusti del Cilento. Accolti e accompagni tra gli uliveti dai ragazzi dell’associazione Tanagro Live, nel corso della visita sono state raccolte le foglie, per lo studio del DNA e per l’ottenimento di dati morfometrici, e le olive per l’estrazione dell’olio al fine di definirne il profilo degli acidi grassi e della parte insaponificabile in modo da determinarne la qualità e le caratteristiche chimiche principali. Tutte queste informazioni sono fondamentali in un progetto di salvaguardia, moltiplicazione e conservazione degli antichi uliveti del Cilento, in quanto l’olio extravergine d’oliva è elemento fondamentale e prezioso nella dieta mediterranea che, dal 2010, è diventata patrimonio dell’umanità per l’Unesco. Auletta, da sempre conosciuto come il Paese dell’Olio d’oliva e dell’Ospitalità nella Valle del Tanagro, vanta una grande produzione olivicola favorita dalle condizioni climatiche e dalle ottimali caratteristiche del terreno, le cui tecniche di coltivazione furono introdotte nelle zone cilentane dai greci sin dal VI secolo a.C.. Presto i lavori, frutto di uno studio meticoloso da parte dello staff scientifico dell’UNISA, saranno pubblicati su riviste di interesse nazionale ed internazionale.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli