6.3 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Banca Monte Pruno, plafond da 10 mln per il risparmio energetico

    Dalla Banca Monte Pruno un ulteriore cospicuo supporto per affrontare le spese finalizzate al risparmio energetico. L’istituto di credito diretto da Michele Albanese, aggiunge ulteriori 10 milioni di euro al plafond già messo a disposizione nei mesi scorsi a sostengo dei clineti in questi momenti difficili di crisi energetica.

    Ora arrivano ulteriori fondi finalizzati a rendere le proprie case più sostineibili dal punto di vista energetico grazie proprio al fondo messo a disposizione per finanziare l’installazione di impianti fotovoltaici e termici (pannelli solari, impianti eolici, solare termico), impianti termoidraulici  (caldaie, climatizzatori, depuratori, sistemi a biomasse e geotermici), l’installazione di sistemi di isolamento termico, la coibentazione di pareti e coperture, l’illuminazione e domotica (impianti a LED, sistemi digitali smart home), di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici e l’acquisto di elettrodomestici di classe A+ (o superiore).

    I finanziamenti saranno a condizioni particolarmente vantaggiose con un ulteriore abbattimento del 50% degli ulteriori costi connessi all’operazione. L’importo massimo della singola operazione non potrà superare i 50 mila euro. La Bcc Monte Pruno, inoltre, sta valutando e studiando la possibilità di costituire e/o partecipare alla nascita sul territorio di competenza di “Comunità Energetiche Rinnovabili” previste dalla Direttiva Europea RED II al fine di favorire associazioni tra cittadini, attività commerciali, pubbliche amministrazioni locali e/o piccole e medie imprese, che decidono di unire le proprie forze per dotarsi di uno o più impianti condivisi per la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili. Si tratta, infatti, di un importante passo avanti in direzione di uno scenario energetico basato sulla generazione distributiva, che favorirà, sicuramente, lo sviluppo di energia a km zero e di reti intelligenti.

    Questo permetterà, quindi, benefici sia in termini economici che ambientali al territorio.

    “La crisi energetica – ha dichiarato il Direttore Generale della BCC Monte Pruno Michele Albanese – necessita di interventi programmatici seri ed imponenti che vanno al di là delle misure d’emergenza. Il nostro ruolo ci impone di agire senza, però, la presunzione di risolvere completamente un problema strutturale, ma con l’obiettivo di persuadere il nostro mercato di riferimento. Vi è la necessità, per l’appunto, di incentivare i territori ad invertire la rotta verso il green attraverso iniziative che mirano a creare, in primis, una cultura diversa. Auspichiamo che questo nuovo plafond possa dare slancio, principalmente, alle famiglie ad alle p.m.i. che vanno sostenute, con impegno e a condizione favorevoli, in questo momento così delicato, tanto da incidere sulla riduzione complessiva dei costi collegati all’energia”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli