9 C
Sassano
martedì, 6 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Buonabitacolo, Il Sindaco Rinaldi risponde a Vincenzo Petrizzo: “Chiediamo tutela per ambiente e salute”

    {vimeo}151008955{/vimeo}

    La battaglia dei cittadini di Buonabitacolo per impedire la realizzazione dell’antenna in località Pennino, continua  e si arricchisce anche di un ulteriore capitolo. Nei gironi scorsi Vincenzo Petrizzo in qualità di referenti per la compagnia telefonica Wind è intervenuto sulla protesta in atto dichiarando la disponibilità in passato della compagnia di raggiungere accordi in grado di risolvere la questione aggiungendo, però, di aver trovato totale chiusura. Petrizzo nella sua nota aveva anche parlato di distorta informazione che creava allarmismi tra i cittadini. A questa nota risponde il sindaco Elia Rinaldi che, interviene in merito alla vicenda con alcune precisazione in merito all’intervento di Petrizzo con alcune precisazione sottolineando la volontà da parte del primo cittadino di continuare ad avere rapporti istituzionali solo con le società telefoniche. “L’unico tentativo di “dialogo” con Petrizzo – spiega Rinaldi –  risale al 15 novembre scorso. In quell’occasione ci furono prospettate due ipotesi economicamente e tecnicamente non sostenibili, altrimenti non avremmo perso tempo ad accettare una soluzione in grado di mettere fine a questo calvario. “I cittadini – spiega in merito alla denuncia di creare allarmismi –  non sono in alcun modo contrari all’innovazione tecnologica, purché sia rispettosa dell’ambiente e della salute. Partendo da questa volontà manifestata dai buonabitacolesi, ho chiesto al ministro dello Sviluppo Economico Guidi, al governatore della Campania De Luca e all’assessore regionale all’Innovazione Fascione di escludere Buonabitacolo dalla lista dei Comuni della Campania da coprire attraverso le antenne telefoniche e di inserirlo tra quelli da coprire mediante la connettività in fibra ottica e via cavo». Nella nota il primo cittadino è intervenuto anche sulla polemica sollevata da Petrizzo nei confronti dei deputati del PD che nei giorni scorsi hanno fatto visita al presidio: «Forse Petrizzo dimentica che nel 2002 fu Gasparri a cancellare le competenze territoriali sulle infrastrutture di telecomunicazioni». Infine, il sindaco di Buonabitacolo ricorda a Petrizzo che la sua Amministrazione comunale si è insediata nel 2014, a vicenda già ampiamente avviata: «Da quando siamo stati eletti abbiamo affrontato la situazione soltanto da un punto di vista legale e istituzionale, senza fare proclami e “pubblicità”. Anche perché i veri protagonisti di questa circostanza sono soltanto i tantissimi cittadini che, nonostante le rigide temperature di questi giorni e da circa due mesi, stanno presidiando in località Pennino per impedire l’installazione delle antenne telefoniche. Soltanto persone veramente legate da un sentimento profondo verso il proprio paese possono resistere a queste condizioni. Pertanto, eviterei di preoccuparmi troppo “delle passerelle politiche”, per pensare di più a coloro che vivono con preoccupazione la vicenda, tanto da stare notte e giorno in una capanna». Ma Rinaldi non esclude che Petrizzo possa comprendere le difficoltà dei cittadini di Buonabitacolo: «Visto il ruolo istituzionale e politico ricoperto nel vicino Comune di Padula, il consigliere comunale potrebbe ripensarci, anche perché il nostro ruolo è principalmente quello di tutelare il territorio e i cittadini».

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli