14 C
Sassano
mercoledì, 18 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Canone RAI, dal 4 aprile possibile richiedere l’esenzione

    {vimeo}160448754{/vimeo}

    A partire dal mese di luglio la bolletta dell’energia elettrica, indipendentemente dal gestore, sarà più alta per l’aggiunta dei circa 60 euro del canone RAI in acconto dei 100 euro dovuti. Il governo ha infatti dato il via libera al nuovo metodo di pagamento rateizzato e che prevede, solo per questo 2016, una prima maxi-rata da versare sulla bolletta dell’energia elettrica di luglio e poi piccole rate nelle successive. In considerazione delle nuove modalità di pagamento, è stato necessario effettuare alcune operazione per consentire ai gestori dell’energia elettrica di provvedere ad inserire il canone e per stabilire gli importi da addebitare. Inoltre, ultima tra le operazione, anche la predisposizione di apposita modulistica che consenta, a chi non è tenuto, di essere esonerato dal pagamento e quindi dall’addebito in bolletta del canone. Sono esonerati dal tale pagamento oltre chi non è possessore di un apparecchio televisivo o comunque in grado di ricevere trasmissioni televisive, chi, facente parte della stessa famiglia anagrafica, è intestatario di una utenza elettrica diversa rispetto al componente della famiglia che paga il canone RAI, chi è proprietario di seconda casa, gli studenti e i lavoratori fuori sede, purché la loro residenza sia confermata presso la casa genitoriale, e, soprattutto, chi ha un’età pari o superiore ai 75 anni e con un reddito annuo che non superi gli 8 mila euro quindi, circa 615 euro divisi per 13 mensilità. Affinché chi non è tenuto al pagamento venga esonerato senza il rischio di incorrere in multe e sanzioni, è necessario effettuare la relativa comunicazione all’Agenzia delle Entrate oppure rivolgendosi ai Centri di Assistenza Fiscale. Per chi decide di rivolgersi ai CAF e presentare la certificazione per via telematica ha tempo fino al prossimo 10 maggio mentre, per coloro che vogliono rivolgersi all’Agenzia delle Entrate utilizzando il modulo presente sul sito Canone Rai dovrà farlo entro e non oltre il 30 aprile. In particolare sul sito www.canone.rai.it sono presenti tutte le informazioni nella sezione appositamente allestita Canone. Qui troverete, oltre alle informazione, e il modulo da compilare per la comunicazione di non dotazione di apparecchio televisivo o per intestatario del canone diverso dall’intestatario della bolletta dell’energia elettrica. Per ciò che riguarda invece l’esenzione per reddito riservata agli over 75, bisogna compilare l’autodichiarazione scaricabile dal sito dell’agenzia delle entrate www.agenziaentrate.gov.it. Per scaricare il modulo è semplicissimo. Dalla Home page bisogna cliccare su “Cosa devi fare” quindi cliccare sulla voce “Richiedere” e poi “Agevolazioni”. Qui troverete la voce Esonero e Rimborso canone Rai. Al momento la pagina è in via di aggiornamento essendo sopravvenute modifiche per quanto riguarda proprio l’esenzione del canone RAI a seconda del reddito. La nuova legge di stabilità, infatti sembra abbia introdotto nuovi limiti per ottenere l’esenzione. Mentre sul precedente modello era stato fissato il tetto massimo a 6 mila 713 euro annui di reddito, il tetto ora dovrebbe essere fissato a più di 8 mila euro, pertanto si rende necessaria anche la modifica del modulo prestampato su cui era riportato il precedente importo. Le comunicazione per via telematica saranno possibili a partire dal prossimo 4 aprile. Mentre, per chi volesse inviare tramite posta la dichiarazione può farlo inviando i modello prestampato con in allegato copia documento di riconoscimento all’Agenzia delle Entrate di Torino – Sportello Abbonamenti. Per chi certifica il falso rischia una multa che va dai 200 ai 600 euro

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli