20.4 C
Sassano
martedì, 4 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Capaccio-Paestum, Domani incontro organizzato da Bcc Aquara per discutere della riforma delle Bcc

    {vimeo}122094577{/vimeo}

    La riforma delle BCC resta al centro del dibattito. Con l’iniziativa del Governo, su suggerimento della Banca d’Italia le Banche di Credito cooperativo potrebbero perdere la caratteristica di Banche del Territorio. Una battaglia che coinvolge tutta Italia, con i piccoli e medi imprenditori e le famiglie che sino ad ora hanno tratto ossigeno con la crisi economica grazie proprio alla caratteristica delle BCC che operano esclusivamente sui territori di competenza e che reinvestono sullo stessa area di competenza. L’annunciata riforma aveva già smosso i vertici di Federcasse, con un primo incontro in provincia di Brescia per avviare azioni di contrasto in tal senso. A seguito dell’Incontro a Leno, nel corso del quale era intervenuto anche il direttore della Banca Monte Pruno di Roscigno e Laurino Michele Albanese per relazionare sugli effetti sicuramente non positivi per famiglie e impresi operanti in territori marginali. Lo stesso direttore Albanese insieme al direttore della BCC di Aquara Antonio marino, avevano presentato una relazione congiunta degli effetti derivanti dalla riforma così come concepita dal governo di concerto con la Banca D’Italia senza però acquisire il parere delle Banche di Credito Cooperativo. Per mantenere alta l’attenzione sulla tematica domani mattina a Capaccio-Paestum presso l’Hotel Ariston, la BCC di Aquara ha indetto un incontro aperto a tutti per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti derivanti da una tale ipotesi di riforma. All’incontro interverrà anche la Banca Monte Pruno con il direttore generale Michele Albanese ed una delegazione dell’istituto di credito. Saranno esposte tutta una serie di riflessioni con analisi approfondite in particolare su cosa cambierebbe nel modo di fare banca delle BCC, qualora il Governo decida di proseguire, come sembra, sul percorso di riforma. All’incontro, inoltre, sono stati chiamati a partecipare anche Parlamentari, Sindaci, Amministratori delle BCC, Docenti Universitari e Sindacalisti, al fine di investire anche e soprattutto i rappresentanti istituzionali della problematica e chiedere un intervento deciso per bloccare l’iniziativa

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli