20.1 C
Sassano
mercoledì, 29 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Carceri, Report 2021: arrestati nel salernitano 861 minori

    Presentato ieri a Salerno il Report 2021 sulle carceri redatto dal Garante regionale per i diritti dei detenuti, che ha analizzato le criticità e le buone prassi.

    Sovraffollamento ed aumento dei reati commessi all’interno delle strutture, carenza di personale e di cure adeguate, l’elevato numero di minori presi in carico. È quanto emerso dalla relazione.

    Per quanto riguarda le carceri salernitane in particolare la criticità maggiore è legata al numero dei detenuti presenti a Salerno-Fuorni, Eboli e Vallo della Lucania: 549 a fronte dei 486 ospitabili. Mentre è sceso il numero degli agenti in servizio: 50 in meno rispetto al 2020, attualmente ci sono 274 agenti in pianta organica e 215 effettivamente presenti.

    Altro tema centrale è la salute mentale dei detenuti: mancano cure adeguate, con gravi conseguenze come i tentativi di suicidio e malesseri. Nel 2021 sono stati 18 i Tso disposti a Fuorni e 28 a Vallo della Lucania, 10 i tentativi di suicidio e tutti a Fuorni.

    Per quanto riguarda i reati dentro le carceri salernitane, sono state 337 le infrazioni disciplinari registrate di cui 19 ad Eboli, 316 a Fuorni e 2 a Vallo Della Lucania; e un’altra problematica importante è che i detenuti fanno rete fra di loro e con organizzazioni esterne che appoggiano la consumazione di reati all’interno delle strutture.

    Sono emersi numeri positivi invece sul reinserimento: nel 2021 545 detenuti hanno partecipato ad attività scolastiche, corsi professionali o attività lavorative.

    Una situazione che preoccupa molto è quella legata ai minori. Nel 2020 solo nel salernitano erano stati 1396 quelli presi in carico, nel 2021 sono stati 861. “La cosa grave è che lo scorso anno, in piena emergenza covid, in tutt’Italia – ha detto il garante dei detenuti della Regione Campania Samuele Ciambriello – 13611 minori presi e portati in comunità (in provincia di Salerno ci sono 5 comunità convenzionate) o nelle carceri minorili. Di questi 6500 erano campani, questo vuol dire che quasi il 47% dei minori che vive un disagio è campano. Si capisce subito – ha detto – che è fondamentale intervenire per evitare che questi ragazzi crescendo finiscano in gruppi criminali più pericolosi”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli