14 C
Sassano
sabato, 1 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Cis “Grande Salerno”, altri accordi dall’area Cilento interno, Vallo di Diano e Alburni

    Ancora accordi di partenariato per partecipare al CIS “Grande Salerno”, il Contratto Istituzionale di Sviluppo che abbraccia l’intera provincia. Dopo San Rufo e San Pietro al Tanagro, si mettono insieme altri Comuni.

    Casalbuono che ha coinvolto Buonabitacolo, Roscigno che ha proposto un accordo di programma ad Auletta, Monte San Giacomo e Pertosa. Sassano aderisce singolarmente.

    I CIS sono strumenti nati per accelerare la realizzazione di progetti strategici finalizzati alla valorizzazione dei territori. Vi rientrano i progetti di infrastrutturazione, sviluppo economico, produttivo e imprenditoriale, turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali, ambiente, occupazione e inclusione sociale. Si basano su accordi tra le amministrazioni centrali, quelle regionali e locali e i soggetti attuatori. E gli interventi sono finanziati con risorse nazionali ordinarie, risorse comunitarie e del Fondo per lo sviluppo e la coesione.

    In tale ottica lo scorso maggio è stato dato il via al CIS “Grande Salerno” quindi alla procedura amministrativa per la presentazione di proposte progettuali. A essere coinvolto nell’iniziativa è un territorio di 4.954 chilometri quadrati, popolato da poco più di un milione di abitanti, 158 Comuni articolati in aree territoriali omogenee: i 14 Comuni della Costa di Amalfi, 19 dell’Agro Nocerino Sarnese e Valle dell’Irno, 11 dell’area Salerno-Picentini, 20 del litorale cilentano, 94 del Cilento interno, Vallo di Diano e Alburni.

    Le proposte progettuali possono essere presentate dai Comuni con una popolazione di almeno 3.000 abitanti, oppure aggregazioni di Comuni più piccoli. Ecco l’accordo tra i Comuni di Casalbuono e Buonabitacolo, tra Auletta, Monte San Giacomo, Pertosa e Roscigno che vogliono partecipare in forma aggregata all’avviso pubblico. Sassano che ha una popolazione superiore ai 3000 abitanti parteciperà singolarmente.

    Gli ambiti di intervento individuati per i progetti che entreranno a far parte del CIS sono tre: turismo e mobilità sostenibile, cultura e natura, inclusione e innovazione sociale. Si potranno inviare i progetti entro mercoledì 20 luglio.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli