16.8 C
Sassano
lunedì, 5 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Comunità Montana, ieri secondo focus group verso il brand turistico Vallo di Diano

    Comprendere il valore del territorio, riconoscerne peculiarità ed eccellenze presenti e avviare un ampio progetto di valorizzazione. Sono questi gli elementi che caratterizzano il progetto a cui la Comunità Montana Vallo di Diano, con la presidenza di Francesco Cavallone,  con l’assessore al turismo e vice presidente Antonio Pagliarulo sta lavorando grazie ai fondi per la Strategia per le Aree Interne, puntando sul settore turistico come elemento di sviluppo del territorio e potendo anche contare sulle opportunità che la realizzazione dell’Alta Velocità/Alta Capacità, con fermata prevista nel Vallo di Diano, può offrire al territorio per attrarre turisti.

    Ieri secondo focus group con gli operatori del settore turistico svoltosi presso Palazzo Gerbasio a Montesano Sulla Marcellana dove si è registrata ancora una volta una intensa partecipazione di operatori che, grazie all’iniziativa della Comunità Montana Vallo di Diano, sono i protagonisti nella realizzazione di una strategia di marketing che porterà poi alla creazione di un brand turistico Vallo di Diano. Nel corso del confronto introduttivo, seguito poi dalla costituzione di gruppi di ascolto con gli operatori del settore, è stata da più parti ribadita la necessità  che l’intera comunità valdianese, acquisisca maggiore consapevolezza del valore dell’area in ambito turistico per poter meglio veicolare il Vallo di Diano come meta di vacanze.

    Il Prof. Giampiero Perri ha evidenziato un punto fondamentale da cui partire nell’organizzazione di un progetto di valorizzazione del settore turistico ossia: il coinvolgimento di tutto il territorio cercando di far acquisire ai chi lo vive la consapevolezza che il Turismo non è solo un “affare” degli albergatori, ristoratori e degli operatori del settore turistico cercando quindi di divulgare la cultura del turismo. Una cultura che, come spiegato dallo stesso Prof. Perri  deve orientare e abituare il cittadino ad aver cura della storia, deglin uomini e dei fatti del passato, dell’eredità acquisita a livello artistico, architettonico, paesaggistico, delle produzioni e dei servizi  locali.

    Una cultura della cura che, come sottolineato nel corso dell’incontro, può fungere da stimolo per creare nuova bellezza e per la realizzazione di nuove idee e progetti di sviluppo. Dall’incontro è quindi emersa la volontà di far in modo che tutti si sentano coinvolti nel progetto che, per il presidente Francesco Cavallone, per l’Assessore Antonio Pagliarulo e per la Comunità Montana rappresenta la pietra miliare che segna il percorso verso lo sviluppo complessivo del territorio e dei suoi settori economici.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli