20.1 C
Sassano
mercoledì, 29 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Covid, da Bellosguardo stop all’ingresso di venditori da altri Comuni. A Caselle raccomandazioni per i cittadini

    {vimeo}477556820{/vimeo}

    La Campania resta zona gialla nonostante siano arrivate nella serata di ieri nuove disposizioni dal Governo che hanno deciso l’inserimento, anche per la Basilicata e la Puglia, nella zona arancione.

    E mentre il governatore della Regione Campania invita il ministro della Salute ad un chiarimento, in un confronto pubblico ed immediato, sui dati della Campania, alludendo a sciacallaggio mediatico sulla sanità in Campania elogiando il lavoro fatto da medici ed infermieri, diversi sindaci, a difesa delle loro comunità emanano provvedimenti restrittivi al fine di militare i rischi contagio. Ma non sono solo i comuni in cui si registra un elevato numero di contagi a optare per il fai da te nell’emissione di nuove disposizioni restrittive.

    Anche il Comune di Bellosguardo, infatti, pur contando al momento casi di contagio 0, ha deciso di emettere ordinanze restrittive per limitare i rischi contagio da Covid. Lo ha fatto trincerandosi dietro al “No Entry – vietato entrare”. Nella giornata di ieri il sindaco Giuseppe Parente ha firmato l’ordinanza di carattere contingibile e urgente che, a partire da domani 11 novembre, vieta l’ingresso e la circolazione sul territorio comunale a tutti i venditori al dettaglio in forma itinerante, provenienti da qualsiasi altro comune del territorio nazionale. “La situazione in atto – si legge sul documento – suggerisce l’adozione di nuove misure improntate alla massima tutela della salute pubblica in funzione del contenimento del contagio da virus Covid-19”.

    Anche Caselle in Pittari teme che i contagi accertati in altri comuni possano allargarsi fino a raggiungere il piccolo centro. Il sindaco, però, in questo caso non chiude gli ingressi ma si limita a forti raccomandazioni verso i propri cittadini ricordando come, già nelle scorse settimane, erano stati accertati casi di positività dovuti ad un contagio di ritorno. La preoccupazione del Sindaco di Caselle, potrebbe derivare soprattutto dall’ampliarsi del numero dei contagi nei paesi vicini come Sanza, Buonabitacolo Santa Marina e San Giovanni a Piro. “Perché la situazione si normalizzi – dichiara il sindaco – è necessario che ognuno di noi faccia il massimo per proteggere se stesso, i propri familiari, gli altri”.

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli