17.4 C
Sassano
lunedì, 23 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Covid, ordinanza regionale: scuole chiuse in Campania. In classe solo le scuole superiori

    Ancor più restrittiva rispetto all’annuncio, l’ordinanza emessa nella serata di ieri dalla Regione Campania che ha deciso di fermare l’attività didattica in presenza per tutte le scuole tranne che negli istituti d’istruzione superiore.

    Nella tarda serata di ieri è arrivata l’ordinanza che il Presidente De Luca aveva anticipato nella consueta diretta del venerdì, finalizzata a ridurre i pericoli di contagio, criticando duramente il Governo per la decisione di proseguire senza se e senza ma nella direzione del mantenimento in classe degli alunni, nonostante il diffondersi del Covid attraverso la variante Omicron.

    Esponendo i dati relativi ai contagi e alle vaccinazioni in Campania e criticando il Governo per la mancata erogazione di fondi da destinare al potenziamento del trasporto scolastico, De Luca nella diretta facebook aveva dichiarato: “In questa condizione, credo sia irresponsabile aprire le scuole il 10 gennaio”. Inizialmente era stata ipotizzata la chiusura solo per le scuole elementari e medie. Ma la prima ordinanza di questo 2022 ha sancito la chiusura di tutte le scuole, partendo dalle diverse categorie di servizi educativi per l’infanzia che comprendono quindi anche nidi, micronidi, ludoteche e altri centri o servizi dedicati all’educazione dei piccoli. Confermata inoltre la chiusura delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Torneranno regolarmente in classe solo i ragazzi che frequentano le scuole secondarie di secondo grado a meno che, non arrivino provvedimenti restrittivi. In tal senso si è infatti orientato il comune di Sapri che ha disposto anche lo stop alle attività didattiche in presenza nelle scuole superiori fino al 23 gennaio.

    E mentre la chiusura delle scuole in Campania era attesa e sperata, tanto dalle famiglie che dai presidi, a parte rare eccezioni come nel caso della dirigente scolastica degli istituti comprensivi Falcone di Sassano e Visciglete di Sala Consilina Patrizia Pagano, dal Governo pare siano già pronti ad impugnare l’ordinanza regionale avvalendosi anche delle disposizioni emanate nel decreto legge del 24 dicembre scorso che vietano agli enti locali, siano essi regioni o comuni, di emanare disposizioni in deroga a quanto previsto dal Governo. Unica eccezione le regioni o i territori individuati come zona Rossa. La Campania al momento, come confermato dallo stesso De Luca nella diretta, è in zona bianca. L’ipotesi del Governo di proporre ricorso, però, dovrà essere valutata dal consiglio dei Ministri che si riunirà il prossimo 13 gennaio.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli