29.3 C
Sassano
mercoledì, 25 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Curto, pazienti covid non ortopedici ricoverati in ortopedia. La denuncia della Cisl

    Presso l’U.O. di Ortopedia dell’ospedale Luigi Curto di Polla sono al momento ricoverati pazienti che sono risultati positivi al Covid non ortopedici.

    È quanto denuncia la CISL Fp di Salerno che, in una nota stampa accusa di cattiva gestione dell’emergenza l’ASL di Salerno in particolare in riferimento alla mancata attivazione di percorsi emergenziali dedicati a pazienti positivi. Secondo quanto emerge pare che, al momento, presso il reparto di ortopedia, siano ricoverate tre persone positive al covid di cui uno solo risulta essere paziente ortopedico che necessita di cure specifiche afferenti al reparto, mentre altri due sono pazienti non ortopedici e, peraltro, autosufficienti e autonomi, pertanto che non necessitano di cure specialistiche di traumatologia.

    Una situazione che ha spinto il segretario provinciale di CISL FP Salerno Alfonso Della Porta a rivolgersi all’ASL Salerno per denunciare la situazione emergenziale, anche per ciò che attiene la gestione del personale.

    “Avevamo rappresentato – scrive il segretario di CISL FP Della Porta – la criticità di attivare posti letto Covid senza le adeguate misure e percorsi, e purtroppo bisogna prendere atto che persistono ancora criticità sulla turnistica del personale sanitario dell’Unità Operativa Ortopedia, ove sono ancora presenti ricoverati positivi, non solo di pertinenza specialistica ma anche di altre branche quali geriatria e nefrologia senza percorsi di tutela. Chi ha potuto si è messo in ferie, – continua – imponendo turni di 18 ore consecutive, per la grave carenza di personale alimentata ulteriormente dalle malattie intervenute e dalle imposte quarantene. Risulta allarmante – conclude il Segretario di CISL FP – la carenza di personale infermieristico nell’Unità Operativa in questione. In questo momento di 16 unità in organico, risultano in servizio solo 5 infermieri e 1 operatore socio sanitario. Tale situazione deve essere risolta con immediatezza”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli