16.1 C
Sassano
martedì, 24 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Curto, Punto nascita: si potenzia il servizio. Ambulatorio dedicato per le future mamme. Il dott. Vastola punta al rooming in

    A partire da giovedì 19 maggio, tutti i giovedì mattina sarà attivo presso l’ospedale Luigi Curto di Polla un nuovo servizio ambulatoriale per le future mamme, fortemente voluto dal Responsabile dell’unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Dott. Francesco De Laurentiis.

    Al servizio ambulatoriale di ginecologia attivo 4 giorni settimanali, è stato aggiunto un ulteriore giorno di apertura del servizio destinato esclusivamente all’effettuazione di controlli specifici a cui devono sottoporsi le donne in gravidanza, quali visite, ecografie e cardiotopografie per verificare il benessere del feto. Massima attenzione quindi ai bimbi già a partire dal momento del concepimento e per i primi mille giorni di vita, presso l’ospedale Luigi Curto di Polla, già dotato da diversi anni dell’apparecchio per lo screening audiologico neonatale che, negli ultimi giorni, è stato consegnato dall’ASL di Salerno ad altri presidi ospedalieri dotati di punto nascita.

    Il reparto di pediatria del Curto diretto dal Dott. Teodoro Soduto, è invece dotato dello strumento già di diverso tempo, riuscendo così ad aderire al progetto di assistenza ai bimbi e alle famigli nei primi 2 anni di vita, denominato appunto “Primi 1000 giorni di vita” ritenuti da esperti psicologi e medici pediatri i più importanti per il benessere fisico e psichico del bambino. Da circa 10 anni presso l’ospedale di Polla, servendo anche ospedali di Potenza e Lagonegro, viene effettuato con regolarità lo screening audiologico neonatale per verificare la regolare funzionalità dell’udito del neonato e poter accertare, già alla nascita, eventuali deficit uditivi.

    Intanto è stata preannunciata un’altra attesa novità per il punto nascita di Polla. Dalla Direzione Sanitaria guidata dal Dott. Pasquale Vastola, si punta all’attivazione del Rooming In, che consente la permanenza del neonato nella stessa stanza della mamma sin dalle prime ore dopo il parto, idea fortemente caldeggiata anche dal Dott. De Laurentiis. Il Dott. Vastola sta operando energicamente per garantire l’attivazione della pratica anche presso l’ospedale pollese, consapevole del ritardo rispetto ad altre strutture sanitarie dove già da anni il neonato e la sua mamma condividono la stessa camera. Ciò però non può essere attivato senza aver predisposto un’attenta organizzazione prevalentemente incentrata sulla tutela della salute del piccolo che necessita, nei primi giorni, di assoluta cautela e di adeguata assistenza.

    Il Dott. Vastola, spiega infatti, che vi è tutta l’intenzione di attivare il servizio anche a Polla ma che, l’organizzazione e la cura dei dettagli richiede tempo ed attenzione che non possono essere lasciate al caso e non possono essere ritenute di secondarie importanza ma, piuttosto, sono da ritenersi fondamentali. Al momento è al vaglio del Dott. Vastola e dei reparti interessati è la scelta sull’attivazione per le 12 ore o per le 24 ore. Una valutazione che richiede anche l’analisi di diversi aspetti tra cui anche la disponibilità di personale sufficiente per poter garantire il servizio e predisporre anche l’accesso e la gestione delle visite.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli