17.4 C
Sassano
domenica, 4 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Decessi al Covid Hospital di Agropoli, la risposta dell’Asl alle denunce sul numero eccessivo di casi

    {vimeo}490147282{/vimeo}

    Decessi anomali al Covid Center di Agropoli. Dopo le polemiche e le richieste di chiarimenti dei giorni scorsi è arrivata in queste ultime ore la nota dell’ASL di Salerno in risposta alle richieste. A chiedere in particolare lustri sulla situazione del servizio sanitario presso l’Ospedale Civile di Agropoli che è stato individuato, in questa seconda fase di emergenza come Covid Hospital, la consigliera Comunale Gisella Botticchio che, alcuni giorni fa, aveva manifestato le sue perplessità in merito visto anche l’alto numero di decessi registratisi in un solo mese. La consigliera Botticchio ha spiegato come, in appena 30 giorni, sono deceduti presso il Covid Hospital di Agropoli ben 14 persone, alcune delle quali anche giovani come il caso di Carlo Castaldi, deceduto alla giovane età di 34 anni. Casi che hanno suscitato l’attenzione della Consigliera Botticchio e non solo che si sono chiesti se, presso la struttura ospedaliera di Agropoli, esistono le condizioni per curare pazienti covid con patologie pregresse gravi e che devono essere gestite in maniera attenta per non intaccare l’equilibrio fisico del paziente stesso. Come ad esempio il caso di persone affette da diabete per le quali uno squilibrio può essere deleterio. Botticchio nei giorni scorsi aveva denunciato come, presso l’ospedale di Agropoli, mancano medici specialisti e medici multidisciplicanri in grado di seguire i pazienti che, pur avendo contratto il covid, devono essere anche costantemente monitorati da equipe specialistiche per la cura ed il monitoraggio di altre patologie. A distanza di pochi giorni arriva la replica dell’ASL in merito proprio ai decessi presso l’Ospedale Civile di Agropoli ed ai ricoveri presso il presidio.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli