10 C
Sassano
lunedì, 17 Gennaio, 2022
spot_img
More

    Ultimi articoli

    Edilizia residenziale pubblica, approvato l’elenco: ci sono Sant’Arsenio e Auletta

    La Giunta Regionale della Campania, con Decreto Dirigenziale dello scorso 31 dicembre, ha approvato l’elenco delle proposte pervenute in relazione al Bando per la riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica, nell’ambito della Misura 11 del Fondo Complementare al Pnrr – Programma Sicuro, verde e sociale: riqualificazione edilizia residenziale pubblica. Si tratta complessivamente di 168 proposte progettuali di cui 15 presentate da Acer Campania; 3 presentate dal comune di Napoli; e 150 presentate dagli altri comuni della Campania. Un’unica proposta, infine, è stata presentata oltre il termine previsto dal bando. Nell’elenco figurano anche il Vallo di Diano, il Tanagro e il Cilento.

    Tra le 150 proposte presentate dai comuni, infatti, ci sono quella di Sant’Arsenio per “lavori per la ricostruzione edile di nuovi alloggi in località borgo Serrone nell’ambito di programmi di edilizia residenziale” per un importo di 1.748.221,32 euro; e la proposta presentata dal comune di Auletta per “lavori per efficientamento energetico e la riqualificazione di spazi pubblici pertinenziali degli alloggi di Erp in località Ciceglie” per 1.290.000,00 euro. Diverse le proposte approvate per il Cilento, tra cui quelle dei comuni di Castel San Lorenzo, Moio della Civitella, Laurito, Stella Cilento, Camerota e Centola. Per il Golfo di Policastro figurano nell’elenco le proposte del comune di Santa Marina per “lavori di adeguamento sismico, efficientamento energetico, ampliamento e riqualificazione spazi pubblici- case popolari in località Pozzillo a Policastro Bussentino” per 1.520.800,00 € e del comune di Sapri per “efficientamento energetico e riqualificazione spazi verdi pertinenziali agli alloggi Erp in via Flavio Gioia” per 985.118,63 euro.

    Con successivo atto sarà approvata la graduatoria delle proposte ammissibili e saranno approvati l’elenco dei progetti da finanziare e quello dei progetti di riserva, da trasmettere al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili entro il 15 gennaio prossimo.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli