8.5 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Elezioni segretario provinciale PD, plebiscito per Landolfi. Caos e polemiche a Sala Consilina

    {vimeo}78533541{/vimeo}

    Il futuro del Partito Democratico in provincia di Salerno passerà anche per i prossimi 3 anni attraverso la “regia” di Nicola Landolfi. Una riconferma plebiscitaria e che non è stata mai in discussione quella del Segretario provinciale uscente, che oggi dovrebbe vedere la sua ufficializzazione con numeri da record che vedono Landolfi attestarsi all’80% circa delle preferenze. Molto lontano il candidato dell’area renziana Sergio Annunziata, che dovrebbe attestarsi poco sopra il 15%, unica alternativa rimasta in corsa dopo il ritiro del lettiano Vincenzo Pedace. Questi dunque i numeri emersi dalle consultazioni nei circoli provinciali del PD, dopo la conclusione dei 138 congressi svoltisi su tutto il territorio provinciale. Una tendenza omogenea su tutto il territorio quella che ha visto trionfare Landolfi, con alcuni risultati particolarmente eclatanti nelle proporzioni come ad esempio quelli ottenuti a Pastena ed Angri. Ma il segretario uscente supera l’80% anche nei circoli di Nocera, Cava de’ Tirreni e Battipaglia . Dal canto suo Annunziata deve accontentarsi di qualche sporadica soddisfazione ottenuta  a Giffoni Valle Piana, roccaforte del renziano Paolo Russomando, o nella sua Atena Lucana, dove ottiene ben 190 voti contro i 27 di Landolfi. Nonostante il risultato plebiscitario a favore di Landolfi non si è trattato in ogni caso di consultazioni “indolori” per il Partito Democratico. Denunce di brogli, ricorsi, guerre intestine hanno caratterizzato diversi congressi provinciali, veicolando all’esterno una pessima immagine del partito. Oggi la commissione provinciale per il congresso dovrà esprimersi su alcuni ricorsi, ed in qualche caso potrebbe procedere all’annullamento delle votazioni. Sotto accusa quanto avvenuto nel circolo di Capaccio ed in quello  quello di Gioi,  ma ci sono anche esposti per i congressi celebrati a Giffoni Sei Casali, Roccapiemonte, Sapri, Corleto Monforte e Sala Consilina. Proprio da Sala Consilina , dove il nuovo segretario cittadino è Fabio Longo, il candidato della lista avversaria Ciro Fasano  con un comunicato stampa al vetriolo denuncia quello che definisce “lo spettacolo indegno del Congresso cittadino PD del 1 novembre” . Fasano ribadisce di aver chiesto, anche a nome dei candidati al Comitato Direttivo della sua lista, l’annullamento del Congresso del Circolo di Sala Consilina perché viziato da gravissime e inaccettabili irregolarità. “Le irregolarità nella presentazione della lista contrapposta –denucia Fasano- e altre verificatesi durante lo svolgimento dell’assemblea congressuale di circolo, hanno costretto i membri della nostra lista, a ritirarsi dalla competizione elettorale e sono state compiute -continua Fasano- da individui che occupano anche le istituzioni, in assoluto dispregio dei dettami del regolamento congressuale in particolare”. Tra le accuse lanciate dal segretario cittadino uscente –e rivolte alla lista contrapposta guidata da Fabio Longo- ci sono il tesseramento last minute di mogli, fratelli, sorelle, cognati, nipoti, nonni e soprattutto di noti esponenti anche candidati in precedenti elezioni nel centrodestra. Inoltre, sempre secondo Fasano,  la lista n. 1 dei candidati al Direttivo e del segretario non avrebbe rispettato l’art. 5 del regolamento congressuale, con  molti candidati che erano nuovi iscritti. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli