20.4 C
Sassano
martedì, 4 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Errore ambulanza: i sanitari avevano ricevuto indicazioni per trasferimento a Scafati

    {vimeo}398813833{/vimeo}

    Ha fatto discutere e non poco il caso di un’ambulanza partita dall’ospedale di Polla con paziente covid a bordo che avrebbe sbagliato ospedale. Secondo quanto viene riferito, invece, sembrerebbe che i sanitari avevano ricevuto comunicazione di trasferire il paziente presso l’ospedale di Scafati che, come noto, sin dal 10 marzo scorso, era stato individuato dalla Regione Campania in accordo con l’ASL di Salerno presidio di riferimento per la gestione dei casi di contagio da Coronavirus.

    Le vicende successive alla decisione della Regione stabilite nel piano sanitario di emergenza Coronavirus, avevano fatto emergere malumori e si era parlato finanche di barricate. La notizia infatti, secondo quanto raccontato dalla pagine de Il Mattino non era stata accolta favorevolmente in primis dal sindaco del comune di Scafati che avrebbe dichiarato “non diventeremo il lazzaretto della Regione”. Sullo stesso articolo del 12 marzo scorso, intanto il direttore generale dell’ASL di Salerno dichiarava di aver già individuato presso l’ospedale di Scafati i posti letto dedicati alla gestione dei casi di Coronavirus.

    Quindi, secondo quanto si apprende, dall’ASL e dalla Regione l’Ospedale di Scafati, accanto al già noto ospedale di Eboli, erano i nosocomi di riferimento per la provincia di Salerno per la gestione dei casi COVID laddove l’ospedale Cotugno di Napoli risultasse saturo. Secondo quanto reso noto pare che, come da prassi, i sanitari dell’Ospedale di Polla prima di disporre il trasferimento del paziente, avevano chiesto indicazioni sull’ospedale che avrebbe dovuto riceverlo individuato proprio nello Scarlato di Scafati.

    I sanitari, però, giunti presso lo Scarlato si vedono negare l’accesso dai sanitari dell’ospedale scafatese costringendo quindi l’ambulanza a dirigersi verso l’ospedale di Nocera Inferiore che, fortunatamente si è messa subito a disposizione per accogliere il paziente. Un fatto increscioso che ha messo in cattiva luce il lavoro dei sanitari pollesi che, invece, secondo quanto emerge, avevano ricevuto indicazioni di dirigersi verso l’ospedale di Scafati che, si ricorda, è stato individuato come riferimento per la provincia di Salerno per la gestione dei casi Covid.

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli