25.9 C
Sassano
lunedì, 23 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ferrovia Sicignano-Lagonegro, tre studenti del Politecnico di Milano risvegliano l’attenzione

    {vimeo}171751794{/vimeo}

    La ferrovia abbandonata Sicignano – Lagonegro fa ancora parlare di sè grazie a tre studenti del Politecnico di Milano che se ne stanno occupando per un laboratorio didattico a cui partecipano. Lo scopo primario del lavoro è stabilire che tipo di utenza privilegerebbe il modo di trasporto ferroviario e quindi sottopongono un questionario a tutti i residenti della zona interessata e delle zone vicine ma anche ai visitatori interessati al Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, considerando complessivamente pendolari e turisti. I tre ragazzi cercano di identificare con precisione quali sono i soggetti maggiormente interessati alla riattivazione della tratta ferrata ed in che condizioni questi sono disposti a passare dal tipo di trasporto che hanno attualmente a disposizione, auto o autobus, al treno. Essendo uno studio preliminare e didattico, sono prese in considerazione solo le fermate in cui si presenta il maggior numero di utenti che al momento si spostano sul percorso Napoli-Sicignano e Sicignano-Lagonegro. Questo per compiere uno studio meno dispersivo e soprattutto per considerare lo scenario economicamente più vantaggioso dal punto di vista del gestore e del territorio. Non è detto però che in seguito non possano essere ipotizzate stazioni intermedie o tratte diverse. Già lo scorso anno un gruppo di studenti universitari del Politecnico di Milano è stato a Padula, dedicando quindi attenzione al territorio valdianese, per studiarne le peculiarità storiche e architettoniche, realizzare progetti in grado di fondere la valorizzazione del patrimonio con i processi di trasformazione in atto, nell’ambito di un  progetto fortemente voluto dall’Architetto Cassandra Cozza in collaborazione con la Comunità Montana Vallo di Diano. Questa volta dall’Ateneo milanese ad occuparsi del territorio sono Giacomo Marcheselli, Gabriele Grigolo e Serio Angelo Maria Agriesti iscritti al corso di laurea magistrale in ingegneria dei trasporti e delle infrastrutture. Con l’aiuto di chi compila il  questionario sperano di acquisire dati sufficienti per impostare una simulazione attendibile. Elogiamo l’impegno di questi tre studenti che forniscono uno spunto alla discussione riguardante la ferrovia per la quale, purtroppo, al momento non è previsto nessun progetto di riapertura.” 

     

    Di seguito il Link per rispondere al questionario

    https://docs.google.com/forms/d/1euDm2YwA4ot9EWt0Ql8V9agV8TwGbhUM5EqFDWyHOtw/viewform

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli