16.8 C
Sassano
giovedì, 8 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Grotte dell’Angelo, Pertosa: non possono essere acquisite al patrimonio comunale di Auletta

    Le Grotte dell’Angelo non possono essere acquisite al patrimonio comunale e intestate al Comune di Auletta. È quanto sostiene il Comune di Pertosa come si evince da una delibera del Consiglio comunale dello scorso 24 ottobre quando è stata discussa e analizzata la questione: l’acquisizione del sito – dicono – è privo di fondamento giuridico, contro legge e lesivo degli interessi del Comune di Pertosa.

    La storia è vecchia e la questione molto delicata, va avanti da oltre mezzo secolo.

    Sembrava fosse stato messo un punto alla storica querelle quando con un consiglio straordinario, del 6 marzo scorso, il Comune di Auletta prese atto della sentenza della Corte di Cassazione che, nel 2013, pronunciò la parola fine alla controversia circa una servitù di pascolo rigettando il ricorso proposto dal Comune di Pertosa. Il Consiglio comunale aulettese diede allora mandato agli Uffici tecnici per gli atti consequenziali ai fini dell’acquisizione del sito al patrimonio comunale.

    Pertosa non ci sta, la ritiene una forzatura ed esprime una posizione politica chiara. “Dalla lettura della sentenza – dicono da Pertosa – si evince in maniera inequivocabile che nessun nuovo diritto, facoltà o potestà è stato attribuito al Comune di Auletta ragion per cui nessuna nuova pretesa può essere avanzata sulla base di tale sentenza che è confermativa di precedenti decisioni”.

    Dal 1951 in poi, va detto, c’è stata una serie di sentenze per dichiarare la demanialità universale a favore del Comune di Auletta. Il punto della “controversia” è proprio qua. Mentre per il Comune di Auletta le Grotte rientrerebbero nelle parti di demanio che gli sono state riconosciute tant’è che hanno deliberato di acquisirle al patrimonio comunale, per Pertosa le Grotte non vi rientrano: ad Auletta sarebebro state riconosciute negli anni parti di demanio che nulla hanno a che vedere con le Grotte e le Grotte nulla hanno a che vedere con la sentenza citata che è sugli usi civici e che non ha cambiato la connotazione della demanialità universale.

    “Le Grotte dell’Angelo – si legge nella delibera del Comune di Pertosa – intese come cavità naturali presentano precisi caratteri distintivi che le qualificano come ricadenti esclusivamente nel demanio dello stato e, ad oggi, mai oggetto di trasferimento da parte dello stato ad enti terzi. Non risultando possibile acquisire le Grotte la delibera di Auletta è priva di fondamento giuridico e contro la legge”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli