29.3 C
Sassano
mercoledì, 25 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Guardia di Finanza, il bilancio di un anno pesante: risultati superiori al 2019

    {vimeo}496863702{/vimeo}

    Con il 2020 appena terminato è tempo di bilanci anche per le attività della GdF. Il comandante provinciale, il generale Danilo Petrucelli, ne ha parlato in una lunga intervista su IlMattino di oggi.

    Risultati superiori rispetto al 2019 per quel che riguarda le frodi fiscali, il riciclaggio, i traffici illeciti in genere, non appena sono state allentate le prescrizioni anti-Covid – racconta – abbiamo eseguito ben 11 ordinanze con misure cautelari personali diverse, adottando provvedimenti restrittivi nei confronti di un centinaio di indagati. E anche le misure di carattere patrimoniale sono aumentate: 70 milioni il valore complessivo di immobili, liquidità e ricchezze cautelate per reati tributari, fallimentari, ed altre fattispecie illecite.

    Per quanto riguarda i controlli anticoivid parla di cittadini virtuosi considerando che (nel periodo prefestivo) è stato riscontrato il 3% di violazioni su oltre 17mila controlli. E altrettanto virtuosi i commercianti: non arrivano a 90 gli esercizi segnalati per irregolarità nella gestione dell’attività, a fronte di oltre 5.000 ispezioni.

    Un discorso a parte va fatto per quel che riguarda i contributi alle famiglie e i finanziamenti alle imprese: a novembre, ad esempio, dall’esame di circa 200 istanze presentate per il bonus regionale di 2.000 euro sono emerse irregolarità in ordine ad una ventina di ditte individuali. Per i Buoni spesa, invece, su un totale di oltre 3.200 controlli sono stati individuati 190 cittadini che li hanno illegittimamente percepiti, per oltre 66mila euro. Emblematico il caso di una famiglia che ha ottenuto 32 buoni spesa.

    Non sono mancate irregolarità nella percezione del reddito di cittadinanza: individuati più di 200 beneficiari che lo avevano ottenuto indebitamente con un importo complessivo segnalato all’Inps per il recupero di oltre 1 milione e 800mila euro. Scoperti 6 studenti universitari fuori-sede si erano dichiarati componenti di un nucleo unifamiliare; due professionisti con redditi annuali superiori a 100mila euro, i cui figli, in circa un anno, hanno ricevuto più di 15.000 euro. Alcuni degli esempi più significativi tra le anomalie riscontrate.

    Il comandante Petrucelli parla infine dell’allarme sulle possibili infiltrazioni criminali nel tessuto economico come di un pericolo concreto e dell’usura, per le evidenti le difficoltà finanziarie di famiglie ed imprese, come di un fenomeno subdolo che si diffonde approfittando della paura e a volte anche dell’imbarazzo delle vittime. Invita a non esitare a rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare ciò che si sta verificando.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli