39 C
Sassano
martedì, 28 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Incendi boschivi, stato di grave pericolosità dal 15 giugno. Nel 2022 già 617ha danneggiati dal fuoco in Campania

    Stando agli ultimi dati, forniti dalla Protezione civile regionale, sono stati 241 gli incendi che complessivamente hanno interessato il territorio campano nel periodo tra il 1° gennaio e il 30 aprile. La media è stata di 2 incendi al giorno (dato doppio rispetto a quello dello stesso periodo dell’anno precedente) e la superficie danneggiata dal fuoco è stata quest’anno pari a 617 ha, con una media di 2.51 ha per incendio.

    Per la prevenzione degli incendi boschivi parte domani, 15 giugno, il periodo di “grave pericolosità” qui in Campania. Dovrebbe terminare, salvo proroghe, il 20 settembre.

    Scattano dunque una serie di divieti: di combustione dei residui vegetali agricoli e forestali; di bruciare stoppie ed erbe infestanti; di accendere fuochi nei boschi e nei pascoli dove non si potrà neanche usare motori o fornelli, apparecchi a fiamma od elettrici, far brillare mine, fumare e gettare fiammiferi o sigarette, sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata; accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo o “lanterne volanti” a meno di 1km dalle superfici boscate e pascoli. Chi ha impianti esterni di GPL e gasolio ha l’obbligo di mantenere sgombra e priva di vegetazione l’area circostante al serbatoio per un raggio non inferiore a 6mt e i proprietari o detentori delle aree boscate sono tenuti a provvedere al decespugliamento laterale dei boschi.

    I Sindaci sono chiamati a rafforzare le attività di ricognizione, sorveglianza, avvistamento e allarme per incendi boschivi sul proprio territorio nonché ad attività di sensibilizzazione sulle corrette norme di comportamento; sono tenuti a istituire o aggiornare il catasto delle aree percorse dal fuoco nonché alla redazione ed aggiornamento del Piano di Protezione civile. Le Prefetture sono state invitate a fare obbligo ai Sindaci dei Comuni interessati dal fenomeno degli incendi boschivi di: emanare specifiche ordinanze preordinate alla prevenzione e di comunicare alla Protezione Civile regionale le attività come ad esempio fabbriche di fuochi pirotecnici, depositi di carburanti, depositi/fabbriche di prodotti chimici e plastici, ecc. ubicate nelle aree a rischio.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli