21.7 C
Sassano
venerdì, 20 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Istanze Shell, il Vice Sindaco di Atena Annunziata: “Confidiamo nel coinvolgimento dei territori ma ribadiamo il no”

    {vimeo}152269213{/vimeo}

    Nei giorni scorsi la notizia diffusa direttamente dalla Shell Italia della richiesta presentata al Ministero dell’Ambiente per l’istanza di avvio di procedura di valutazione d’Impatto Ambientale, comunemente definita VIA sui territori di Basilicata e Campania. In queste ore, Sergio Annunziata, vice sindaco del comune di Atena Lucana, pubblica la documentazione giunta, come da prassi, direttamente dalla shell e a firma del legale rappresentante il Dott. Marco Brun che annincia di aver presentato la richiesta al Ministero dell’Ambiente per l’area comunemente denominata Monte Cavallo e che interessa i comuni di Atena Lucana, Brienza, Marsico Nuovo, Montesano sulla Marcellana, Padula, paterno, Polla, Sala Consilina, Sant’Arsneio, Sassano, Teggiano e Tramutola. Nella stessa documentazione viene comunicato, così come pubblicato precedentemente sul sito della regione Basilicata, le attività che saranno oggetto di VIA e che riguarderanno, secondo quanto riportato anche nella comunicazione giunta al Comune di Atena Lucana, l’acquisto di date geofisici già acquisiti da altri operatori in passato per integrarli con quelli già in possesso di Shell. Tali dati – si legge nella nota – verranno rielaborati grazie alle modernee migliori tecniche di processing e reinterpretati per ottenere un dettagliato modello geologico-strutturale-stratigrafico del sottosuolo al fine di evidenziare l’eventuale presenza di nuovi accumuli di idrocarburi. Se – conclude la nota di Shell Italia – l’interpretazione dei dati confermasse la presenza e l’economicità delle situazioni di interesse minerario, le eventuali fasi successive del programma lavori verranno sottoposte ad ulteriore valutazione di impatto ambientale”. Nella nota giunta al comune di Atena Lucana e identica a tutti gli altri comuni interessati del Vallo di Diano, il rappresentante Legale Marco Burn comunica che le attività oggetto della richiesta saranno svolte esclusivamente presso gli uffici della Shell e non sui territori interessati. “Sapevamo – spiega Sergio Annunziata – che le compagnie petrolifere, anche dopo le recenti dichiarazioni del governo, ritornavano alla carica per perforazioni e  ricerca.  Si confida in un reale coinvolgimento dei territori interessati da tale progetto e già siamo pronti, senza pregiudizi a discuterne. Ad oggi – sottolinea vice sindaco di Atena – dichiaro con decisa convinzione no secco visti i precedenti incontri e comportamenti.  – E conclude -In attesa di sviluppi e di partecipare alle varie conferenze servizi, ci prepariamo alle nostre valutazioni a tutela delle nostre comunità e al  ambiente e si confida in un azione unica dell’intero territorio”. Intanto anche dalla comunità montana ci si muove in merito alle comunicazioni giunte ai comuni ricadenti nel Vallo di Diano delle richieste presentate da Shell Italia al Ministero dell’Ambiente. Molto probabilmente il tema sarà oggetto di discussione in una delle prossime riunioni dei sindaci del territorio. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli