8.5 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Monte San Giacomo. Presentata la II edizione di “Grotta, Briganti e Cacio”

    {vimeo}153764631{/vimeo}

     

    Sabato scorso la presentazione della seconda edizione di Grotta Briganti e Cacio, l’iniziativa volta alla valorizzazione della storia, della cultura, della tradizione e dei prodotti locali. Presso Officina Cultura sonos tate presentate le novità che saranno introdotte in questa seconda edizione e si è parlato anche dell’attività di ricerca sui Caciocavalli stagionati in grotta che Achille De Luca del Caseificio F.lli Starace sta portando avanti insieme al dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli

    {vimeo}153764622{/vimeo}

     

    È entrata già nel vivo la realizzazione della seconda edizione della manifestazione Grotta Briganti e Cacio, promossa dall’omonima associazione presieduta da Carmine Lisa e composta da persone impegnate nelle più diverse attività lavorative ma accomunati dalla volontà di mettere in risalto le peculiarità di un territorio che ha tanto da offrire per storia, cultura, tradizioni, gastronomia, arte e talenti. Il progetto “Grotta Briganti e Cacio” è una iniziativa che, attraverso la valorizzazione e la promozione di un luogo suggestivo situato sul Monte Cervati quale la Grotta ubicata in località Vallicelli, punta a realizzare una nuova ed importante novità gastronomica come il caciocavallo stagionato in grotta. Grazie al sostegno del dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli è stata avviata una collaborazione con il caseificio dei f.lli Starace e Achille De Luca per effettuare analisi sui caciocavalli stagionati in grotta e a seconda delle diverse tipologie di latte prodotto da bovini e caprini che pascolano nelle nostre aree. Una produzione che potrebbe diventare un prodotto di nicchia e offrire importanti opportunità di sviluppo, qualora le analisi effettuate dai ricercatori dell’Università Federico II di Napoli ne comprovino la qualità e valori nutritivi. Il progetto inoltre punta a riportare alla luce e a far conoscere ai giovani la storia del nostro territorio e anche a rivalutare agli occhi delle nuove generazioni la figura dei briganti, spesso visti e considerati come persone di natura violenta ma in realtà solo protettori di ideali di libertà di amore per il proprio territorio. Anche quest’anno il racconto e la rievocazione delle gesta dei briganti è affidata alla Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti diretta dal Maestro Enzo D’Arco che ha annunciato l’apertura delle iscrizioni per i corsi di teatro finalizzato all’individuazioni di nuovo protagonisti sul palcoscenico della gratta di Vallicelli. Sabato scorso presso l’officina cultura di Palazzo Marone a Monte San Giacomo la presentazione della seconda edizione alla presenza anche del Sindaco Raffaele Accetta nonchè presidente della Comunità Montana Vallo di Diano che ha espresso grande soddisfazione per l’iniziativa portata avanti anche con notevoli sacrifici dai membri dell’associazione e in cui crede profondamente sicuro che possa rappresentare un volano di sviluppo per l’intero Vallo di Diano e non soltanto per Monte San Giacomo, vista la storia che accomuna tutti i paesi valdianesi. L’evento dal grande interesse storico e promozionale vede il sostegno della Banca Monte Pruno per la sua realizzazione 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli