8.5 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Monte San Giacomo, ultimi appuntamenti per “Grotta Briganti e Cacio”. Collaborazione e unità gli ingredienti del successo

    {vimeo}139060006{/vimeo}

    Questa sera e domani ultimi appuntamenti per assistere allo spettacolo “La Ballata del Brigante” realizzato sul Monte Cervati a oltre 1200 metri di altezza, e rientrante nel più ampio progetto denominato “Grotta Briganti e Cacio” promosso dall’omonima associazione e realizzato in collaborazione con la Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti di Sala Consilina e il caseificio Starace di Sassano, il patrocinio del Comune di Monte San Giacomo, e il fondamentale supporto della Banca Monte Pruno. Un progetto che ha visto la luce lo scorso anno in una sorta di prova generale per poi essere proposto quest’anno in appuntamenti mensili. Il valore dell’idea progettuale ha raccolto il plauso dell’istituto di credito diretto da Michele Albanese, per lo spirito e la geniale progettazione che, attraverso il divertimento e la socializzazione, tipica degli eventi estivi, ha raccolto insieme i principali obiettivi su cui la Banca Monte Pruno è interessata ad investire: prodotti tipici della gastronomia locale; arte e la valorizzazione artistica della persona umana; promozione e valorizzazione del paesaggio e del territorio; tutela e diffusione della storia e delle tradizioni del territorio. Grotta Briganti e Cacio, raccoglie tutte queste le finalità. L’evento che si è ripetuto nel corso di tutta la stagione estiva 2015 e che si conclude questo fine settimana, ha posto al centro dell’interesse dei visitatori alcune delle peculiarità del territorio. Innanzitutto la storia e le tradizioni, unite all’arte teatrale e alla valorizzazione degli artisti locali. Attraverso lo spettacolo teatrale della Cantina della arti La Ballata del Brigante, è stato importante conoscere, una pagina della nostra storia ma soprattutto dei nostri antenati e del periodo della diffusione del brigantaggio: quegli uomini che, per difendere i loro ideali e la loro libertà, anche e soprattutto nel periodo dell’unità d’Italia, sono stati costretti a fuggire dalle loro case per nascondersi nei boschi e nelle grotte. Attraverso la rappresentazione scenica è stato possibile trasferire una nuova immagine dei briganti e spiegare le motivazioni che potevano portare al fenomeno del brigantaggio. Lo spettacolo teatrale non è stato l’unico protagonista. Nel corso delle serate i visitatori hanno avuto modo di degustare prodotti e specialità tipiche locali, tra i quali il caciocavallo stagionato in grotta. Un esperimento realizzato grazia al Caseificio Achille Starace e al contributo di Achille De Luca. Infine è stato possibile rivivere a far conoscere ai tanti visitatori un luogo suggestivo presente sul monte Cervati e ricadente nel comune di Monte San Giacomo. Gli spettacoli, infatti, si sono svolti nei pressi della splendida grotta di Località Vallicelli. Un progetto che, oltre ad essere promozione, è anche esempio. Una dimostrazione chiara di come, con un pizzico di attenzione e di volontà, si possono raggiungere tanti obiettivi senza necessariamente dover intervenire singolarmente su ognuno di loro. Ecco perché la Banca Monte Pruno ha deciso di sostenere l’iniziativa che ha visto riuniti insieme associazioni e provati cittadini di diverse località valdianesi, Monte San giacomo, Sassano e Sala Consilina, oltre a Sant’Arsenio e Roscigno per la presenza della Banca Monte Pruno, per una molteplicità di obiettivi, promozione dell’arte, della cultura, della storia, delle tradizione, della gastronomia e del paesaggio. Tutto ciò in un unico evento. Per una volta, come da sempre auspicato dalla Banca Monte Pruno, niente campanilismi e niente personalismi

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli