7.4 C
Sassano
sabato, 3 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Montesano, durissimo manifesto dei consiglieri di minoranza contro l’amministrazione – Volentini

    {vimeo}77039772{/vimeo}

    Un durissimo attacco sulle attività portate avanti dell’amministrazione comunale di Montesano sulla Marcellana arriva in queste cose dai consiglieri di minoranza Antonio Bianculli, Mario Bianco, Angelo Bitorzoli e Felice Germino, che rompono il silenzio degli ultimi mesi attraverso la pubblicazione nelle strade cittadine di un manifesto dal titolo emblematico: “Ammissione di una resa”. Sotto i riflettori dell’opposizione è il Bilancio Preventivo, giudicato “una elencazioni di numeri ballerini e previsioni di entrata non documentati che la stessa Maggioranza non è stata in grado di giustificare”. Secondo la minoranza del paese termale del Vallo di Diano all’orizzonte si intravede lo spettro del dissesto finanziario, ed il Bilancio Preventivo dell’amministrazione guidata dal sindaco Donato Fiore Volentini non prefigura alcuna programmazione, limitandosi ad una sterile previsione dell’ordinario. “Su opere e progetti –sottolineano i consiglieri di minoranza- si continua a galleggiare su quelli ottenuti dalla a passata amministrazione, prima sostenuta e poi denigrata”. L’opposizione evidenzia alcuni temi sui quali –dal suo punto di vista- l’amministrazione avrebbe speso promesse vane: a partire dall’Ufficio Postale di Tardiano, di cui era stata assicuratala riapertura giornaliera, prima a Maggio e poi a Ottobre, nonché l’ampliamento dell’ufficio. “Ad oggi niente –scrivono i 4 consiglieri di minoranza, come anche per la manutenzione stradale: sia per quel che riguarda le strade comunali, sia per quelle provinciali diventate ormai mulattiere piene di erbacce, in cui piante ed alberi crescono dentro le carreggiate”. Per la minoranza la situazione sarebbe pericolosissima per i cittadini, in particolare in alcuni punti come località Terme-Cappuccini, Spigno e località Tavernazzo di Magorno.  L’opposizione attacca anche sul fronte della della Gestione Rifiuti, sottolineando il proliferare di discariche abusive.  “I cittadini della zona alta –si legge nel documento- continuano a pagare la stessa tariffa degli altri ma ricevono metà del servizio di raccolta”. Non mancano riferimenti all’Agricoltura ed al Turismo, con il Museo Civico rimasto chiuso per metà stagione estiva,  e le divisioni per la programmazione degli eventi estivi, che ha portato ad esempio tre eventi diversi a Tardiano, Arenabianca e Magorno tutti nello stesso giorno il 20 luglio.  L’unica crescita che c’è stata negli ultimi tre anni –si legge ancora sul manifesto- è quella relativa alla popolazione canina: la piaga del randagismo ha assunto dimensioni senza precedenti”. Infine per la minoranza le energie spese giustamente dall’amministrazione Volentini  nelle vicende della Stazione Elettrica di Terna e per opporsi ai sondaggi Petroliferi non devono costituire un alibi per nascondere l’assenza di una visione di pianificazione unitaria per la comunità montesanese e quella di un progetto di sviluppo. A concludere il durissimo manifesto la richiesta delle dimissioni del Primo Cittadino di Montesano Donato Fiore Volentini.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli