16.3 C
Sassano
lunedì, 5 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Musica, i salernitani LAMECCA presentano il primo singolo “Ginger”

    {vimeo}635112232{/vimeo}

    LAMECCA è il luogo in cui si incontrano le intenzioni e le influenze musicali di Rossella De Napoli, Alfonso Palumbo, Alfonso Roscigno e Gianluca Timoteo. Quattro percorsi che trovano il loro punto d’incontro in canzoni dal forte impatto emozionale e senza regole, in cui l’attitudine punk si mescola alla vena più introspettiva del post rock e dell’emo.

    La band LAMECCA, nata nell’estate del 2019, “in un agosto privo di vacanze nella provincia stagnante di Salerno”, presenta il suo primo singolo dal titolo “Ginger”. Il gruppo dalla scorsa primavera conta un membro in più, Vincenzo Longobardi, che si è unito alla band per arricchire il sound con una seconda chitarra.

    “Ginger” è un brano alternative rock in cui la cantante si rivolge a sé stessa e alla ragazzina che era un tempo, rammentandole i tormenti dell’innocenza con cui viviamo i nostri sentimenti, le nostre debolezze. “Composta in un’estate priva di vacanze, fatta di sudore e sala prove e in cui ci si conosceva ancora poco – hanno affermato dalla band – , Ginger è stato il primo brano nato da una jam session”. Per questo è stato scelto come primo singolo, un biglietto da visita per presentare la band.

    Il brano è accompagnato da un videoclip, ad opera di Alessio Consoli e girato a Salerno. Si alternano, in maniera rapida e dinamica, le scene in cui la band si esibisce sul tetto della scuola, quelle del bagno in cui si fuma di nascosto, le immagini che richiamano la crescita e le esperienze adolescenziali della protagonista, come la comitiva, il diario segreto e la prima auto.

    “Ginger è il nostro primo singolo – ha affermato la band -. Una canzone e un video che affrontano il tema della maturità e della consapevolezza, del passaggio dall’adolescenza all’età adulta e del bagaglio di esperienze che questa fase si porta dietro. Una fotografia di ciò che siamo, in quest’epoca di presa di coscienza in cui sentiamo forte la necessità di distruggere paure e insicurezze attraverso i nostri strumenti e la voglia di riportarli presto su un palco”.

    Antonella D’ALTO

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli