36.8 C
Sassano
domenica, 3 Luglio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Operazione Golden Hand della Guardia di Finanza: coinvolti 4 valdianesi

    {vimeo}239970905{/vimeo}

    Un bel colpo quello messo a segno ieri con l’epilogo dell’operazione Golden Hand: 17 le persone raggiunte da provvedimento cautelare notificato ieri dalla GdF di Agropoli e del Comando provinciale di Salerno. Molto pesanti le accuse: associazione a delinquere finalizzata all’usura, alla ricettazione e al furto con destrezza. Sembra sia stato determinante nella commissione dei reati il ruolo delle 8 donne coinvolte 3 delle quali – come riporta il quotidiano LaCittà – residenti nel Vallo di Diano tra Polla e Padula così come anche un altro degli implicati. L’operazione di ieri è il prosieguo di quella eseguita nel 2012 che consentì il sequestro di un patrimonio di circa 14mln di euro nei confronti della famiglia Marotta dedita ad attività illecite con i cui proventi conduceva un elevato tenore di vita pur dichiarando redditi prossimi allo zero. Nei confronti dei membri della famiglia fu allora disposta, oltre alla confisca dei beni, la sorveglianza speciale. Alcuni dei sorvegliati però negli anni hanno continuato nella loro condotta illecita. Le indagini del G.I.C.O.(Gruppo d’Intervento contro la Criminalità Organizzata) della GdF di Salerno sono partite da ipotesi di usura e infatti i sospettati prestavano soldi pur dichiarando al Fisco redditi bassissimi. Durante i controlli i finanzieri hanno appurato l’esistenza di due diverse organizzazioni una dedita all’usura e l’altra a furti e ricettazione. Proprio in quest’ultima erano le donne in particolare ad agire all’interno delle gioiellerie prevalentemente tra Lazio, Toscana e Nord Italia. L’organizzazione aveva poi come riferimento il titolare di una gioielleria di Battipaglia che pensava a reimmettere i preziosi nel circuito legale. Il denaro contante ricavato serviva per l’altra attività illecita: l’usura. “A fronte di un prestito di 40mila euro – come si legge su IlMattino –  è successo si siano fatti restituire in cinque anni 218mila euro con l’applicazione di interessi del 108,5%”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli