22.4 C
Sassano
giovedì, 6 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla, botta e risposta tra Giuliano e Squillante

    {vimeo}133025450{/vimeo}

    L’ospedale di Polla è stato al centro di un botta e risposta tra il sindaco Rocco Giuliano e il direttore generale dell’ASL di Salerno Antonio Squillante prima della scadenza del suo mandato prevista per il 3 agosto. In questi ultimi giorni il primo cittadino di Polla ha scritto al manager di una situazione drammatica che interessa il presidio ospedaliero valdianese soprattutto dal punto di vista del personale che continua a risultare carente, con conseguente malfunzionamento di alcuni reparti, in particolare le Unità Operative di Cardiologia, Gastroenterologia, Otorinolaringoiatria e Ortopedia e al contestuale blocco di alcuni servizi. Giuliano nella sua nota ha parlato del rischio che l’Ospedale Luigi Curto possa diventare una scatola vuota. Pronta la replica del manager Squillante che, nella sua nota, ha elencato le diverse iniziativa poste in essere a favore dell’ospedale di Polla. In particolare, Squillante ricorda che a seguito di incontri con il direttore sanitario del presidio, è stata effettuata una riorganizzazione del servizio reso dagli specialisti ambulatoriali, unici sanitari al momento coinvolgibili nelle macrostrutture dell’azienda ospedaliera, nel rispetto dei limiti imposti dal decreto del commissario ad acta della Regione Campania, visto anche il blocco del turnover imposto dal Governo per lo stato economico della sanità regionale. Nonostante ciò è stato garantito un numero adeguato di sanitari per l’unità operativa di nefrodialisi mentre per cardiologia, le procedure avviate lo scorso anno solo recentemente hanno consentito l’arrivo di un sanitario cardiologo. Nell’ottica di far fronte all’emergenza nell’unità operativa di Urologia, è stato trasferito, presso l’ospedale di Polla da Vallo della Lucania il Dott. Iuliano. Stesso discorso per Pediatria che ha visto il trasferimento da Battipaglia il dottor Mazzeo, nonostante il presidio ospedaliero di Battipaglia è riferimento per il territorio del centro sud della provincia per quanto riguarda l’area materno-infantile. Sempre ricordando la difficoltà ad assumere nuovo personale medico, Antonio Squillante ha spiegato che per Odontoiatria, le procedure avviate per l’assegnazione di uno specialista ambulatoriale a Polla, non hanno avuto esito positivo per mancanza di sanitari coinvolgibili. L’unità operativa di otorinolaringoiatria, ha spiegato il Manger dell’ASL, affronta le stessi difficoltà dei presidi di Vallo della Lucania, Eboli e Nocera e si era quindi pensato ad una ipotesi organizzativa che permettesse la messa in comune di risorse umane per garantire lo stesso livello assistenziale su tutto il territorio. Ipotesi non resa possibile per la scarsa collaborazione offerta dai dirigenti medici di alcuni presidi trai quali anche quello di Polla “ancora ancorati – spiega Squillante – a sistemi gestionali per nulla dinamici”. Questo quanto spiegato dal direttore generale dell’ASL di Salerno che ha così risposto alla missiva inviata dal sindaco di Polla preoccupato per le sorti dell’ospedale. “Le preciso -continua Squillante – che solamente con lo sblocco del turnover, al momento avviato con i decreti del Commissario ad Acta del febbraio scorso, sarà possibile intervenire in ogni presidio dell’Azienda per far fronte alle maggiori criticità. Le assicuro pertanto – conclude il direttore generale – tutta la partecipazione di questa direzione per il Presidio Ospedaliero di Polla come per tutti gli altri presidi dell’Azienda rivolta a rimuovere difficoltà non di poco conto che in questo trienni sono state comunque affrontate nell’interesse esclusivo dell’utenza assistita”

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli